Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Lotterie 'locali', in Senato si studiano misure

  • Scritto da Anna Maria Rengo

La commissione Finanze valuta di inserire nel parere al decreto Lotterie delle osservazioni su quelle che sono gestite dagli enti locali.

"Valutare eventuali ulteriori dati forniti dal Governo". E' quanto si riserva di fare Francesco Giacobbe (Pd) relatore, in commissione Finanze al Senato, del decreto ministeriale sulle lotterie nazionali 2017 e che, come l'anno scorso, ne individua solo due. Nella seduta di ieri 15 febbraio, Giacobbe ha anche preannunciato "l'intenzione di inserire nel proprio schema di parere osservazioni riguardanti il vincolo di destinazione dei proventi delle lotterie gestite dagli enti locali e l'opportunità di evitare la proliferazione di tali iniziative". 

La commissione dovrà esprimere il suo parere in sede consultiva al governo entro il 2 marzo e anche ieri la discussione è stata molto approfondita. Anche in risposta alle sollecitazioni del senatore Vacciano, come annunciato dal presidente della commissione Mauro Maria Marino, il Governo ha fornito una serie di dati relativi all'andamento e ai risultati della gestione della Lotteria Italia e della Lotteria Braille con riferimento alle edizioni dell'anno precedente.

A tale proposito, Giuseppe Vacciano (Misto) ha chiesto delucidazioni in merito alla possibilità di discrepanze rispetto al comunicato dell'Agenzia dei Monopoli sulla Lotteria Italia del 2016, con particolare riferimento all'entità delle spese e del totale dei premi assegnati.

Presente alla sedura, il vice ministro dell'Economia Luigi Casero, che ha osservato che "l'ammontare dei premi elargiti menzionato nel comunicato fa probabilmente riferimento anche a premi assegnati in forme alternative all'estrazione finale". Casero si è comunque riservato di mettere a disposizione della Commissione dati maggiormente dettagliati.

Vacciano ha dunque espresso l'auspicio che "il Governo inserisca dati analoghi a quelli forniti nella relazione allo schema di decreto dell'anno prossimo, con riferimento al biennio precedente".

ULTIM'ORA - L'esame del testo è proseguito, o meglio sarebbe dovuto proseguire, anche nella seduta di stamattina, 16 febbraio.  Il presidente Mauro Maria Marino ha infatti stigmatizzato l'assenza del rappresentante del Governo ricordando che nella seduta pomeridiana di ieri l'esame della proposta di parere è stato sospeso in attesa di un'integrazione dei dati concernenti l'andamento della lotteria Italia.

Nel rinviare il seguito dell'esame ha rimarcato criticamente l'assenza di collaborazione con il Governo su tale punto specifico.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.