Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Catania, Tar Lazio conferma chiusura di sala bingo

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Il Tar del Lazio conferma con sentenza la chiusura di una sala bingo in provincia di Catania.

Con una sentenza, il Tar del Lazio ha confermato la decadenza della concessione per la società Giocabingo Srl, in provincia di Catania, decretata dai Monopoli di Stato per le mancate operazioni di collaudo richieste dalla legge.

Secondo i giudici "è evidente, pertanto, che la possibilità di concedere la proroga invocata dalla ricorrente (...) era legata esclusivamente alla necessità di completare i lavori, oltre che al pagamento di una penale; tanto, sia tutela dell’interesse erariale alla regolarità dei flussi finanziari derivanti dalla concessione che degli aventi diritto al subentro nell’assegnazione delle concessioni medesime". A tale proposito, i giudici amministrativi richiamano la sentenza n. 5623/2005, dell’11.10.2005, della IV Sezione del Consiglio di Stato, secondo cui 'Sarebbe, invero, del tutto inaccettabile ammettere la sospensione di tutta l'attività sottesa al complesso procedimento amministrativo relativo al rilascio di un gran numero di concessioni, per il solo fatto dell'avvenuta presentazione di un ricorso da parte di taluno dei partecipanti, in quanto ciò avrebbe in definitiva paralizzato l’intero procedimento'.

Il collegio rileva inoltre che “la tesi centrale del ricorso – ovvero quella di una sorta di diritto alla sospensione degli obblighi derivanti dalla concessione, fino alla definizione di tutti i ricorsi pendenti - appare del tutto insostenibile, ove si consideri che elemento caratterizzante di tutte le concessioni è proprio l’assunzione del rischio di impresa a fronte del diritto di gestire e sfruttare economicamente il servizio pubblico da prestare”. 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.