Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Sentenze ed Extra

Sentenze ed extra: norme, pronunce di tribunali e varie su gioco e scommesse

Gioconews è un sito specializzato nel gioco pubblico. In questa sezione trovi news su sentenze di tribunali su gioco e scommesse. Decisioni di tribunali regionali e nazionali, sentenze e norme su gioco a vincita. Sentenze di Tar, Consiglio di Stato, ma anche sentenze della Corte di Giustizia Europea su scommesse, casinò, poker e altro. Commenti di legali esperti del settore del gaming e analisi delle disposizioni dei tribunali su gioco e non solo. Aggiornamenti anche sugli sviluppi processuali provenienti dai tribunali in tempo reale.

Le sentenze della Corte dei Conti sui ritardi nei resoconti

Con due sentenzela Prima sezione d’appello della Corte dei Conti ha accolto solo in parte l’appello del Procuratore regionale per i ritardi nella presentazione del rendiconto finanziario della gestione delle slot chiesto dalla Procura regionale ai concessionari pubblici.

Una delle due sentenze può essere scaricata direttamente da qui. (Il link per il download è visibile solo agli utenti registrati. La registrazione al portale è immediata e gratuita. Per farlo ora clicca qui).

  • Scritto da Anna Maria Rengo

La sentenza della Cassazione su presunzioni legali tributarie

Se l’imputato prova che parte delle somme che ha sul conto corrente sono estranee alla produzione del reddito, cadono le presunzioni tributarie. A stabilirlo la Corte di Cassazione che ha in parte accolto il ricorso del titolare di un Ced, annullando l’ordinanza del Tribunale di Savona che aveva confermato il decreto di sequestro preventivo. La sentenza può essere scaricata direttamente da qui. (Il link per il download è visibile solo agli utenti registrati. La registrazione al portale è immediata e gratuita. Per farlo ora clicca qui).

  • Scritto da Redazione

L'ordinanza del tribunale del riesame di Firenze su Ippodromi e Città

Il Tribunale del Riesame di Firenze ha annullato il decreto di sequestro preventivo che la Procura della Repubblica del capoluogo toscano aveva disposto lo scorso 1° luglio sui patrimoni personali di Gaetano Papalia, Concetto Mazzarella, Antonio Papalia e Riccardo Barni, in quanto indagati del reato di truffa ai danni dello Stato nello svolgimento della loro attività di amministratori degli ippodromi di Agnano (Napoli), Tor di Valle (Roma) e Cascine (Firenze), nel periodo compreso dal 2008 al 2012. L'ordinanza può essere scaricata direttamente da qui. (Il link per il download è visibile solo agli utenti registrati. La registrazione al portale è immediata e gratuita. Per farlo ora clicca qui)

  • Scritto da Redazione

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.