Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Eurispes: nasce l'Osservatorio giochi, legalità e patologie

  • Scritto da Redazione

L'istituto di ricerca Eurispes istituisce l'Osservatorio giochi, legalità e patologie: a dirigerlo gli avvocati Andrea Strata e Chiara Sambaldi.

Prosegue l’attività di studio e approfondimento dell’Eurispes dei settori strategici del nostro Paese e sui fenomeni che li caratterizzano. Dopo la recente istituzione dell’Osservatorio Salute e Legalità (in collaborazione con Enpam), che si affianca agli Osservatori storici dell’Istituto, è stato individuato nel gaming un comparto di rilevante importanza economica anche per gli aspetti sociali che questo attiva e influenza. 

Nasce così l’Osservatorio Giochi, Legalità e Patologie, per il quale l’Istituto ha scelto il nome “Italia in Gioco”.
Diretto dagli avvocati Chiara Sambaldi e Andrea Strata, cultori della materia ed autori di numerose pubblicazioni scientifiche sul tema, “Italia in Gioco” è una struttura, si legge in una nota, di elevata competenza, aperta al contributo ed al coinvolgimento dei principali stakeholder del settore, pubblici e privati, delle Authority, delle associazioni di categoria, del no profit, delle Forze dell’ordine e della magistratura.


Un focus particolare in termini di produzione di informazioni sarà dedicato al supporto del legislatore, che oggi deve affrontare delicate dinamiche di tutela di interessi pubblici, anche in rapporto alle sanzioni europee, e di riordino e disciplina di un settore connotato da diffusa illegalità che sempre di più attira e coinvolge le organizzazioni.
 
L'OBIETTIVO - L’obiettivo di “Italia in Gioco” è, quindi, di contribuire all’evoluzione positiva del dibattito e diventare un punto di riferimento del comparto, attraverso l’analisi, la ricerca e la formulazione di proposte e progetti.
L’Osservatorio intende essere un organismo attivo nel contrasto ad ogni forma di illegalità nel mondo del gaming ed essere allo stesso tempo impegnato in progetti dedicati alla prevenzione del disturbo da gioco d’azzardo
In questo senso, l’Osservatorio ha già dato un contributo al primo progetto dedicato ai giovani e alla prevenzione delle ludopatie, dal titolo “Io scommetto che me la cavo”, grazie anche alla sinergia con l’Associazione Culturale Preludio.

In questo senso, l’Osservatorio ha già dato un contributo al primo progetto dedicato ai giovani e alla prevenzione delle ludopatie, dal titolo “Io scommetto che me la cavo”, grazie anche alla sinergia con l’Associazione Culturale Preludio.
Il progetto, che fa proprie le parole dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: “Se ti curiamo oggi, ti aiutiamo oggi. Se ti educhiamo, ti aiutiamo per tutta la vita”, si svolge all’interno delle aule scolastiche e si rivolge ai giovani attraverso un'informazione chiara e comprensibile sui rischi del gioco con vincita in denaro, al fine di sviluppare la capacità di discernere il gioco lecito da quello illecito, il gioco responsabile da quello patologico.

Solo la prevenzione infatti, evidenzia l'Eurispes, rappresenta la formula più efficace per evitare che nell’età adulta si assumano comportamenti patologici di gioco “a rischio”.
 
“L’obiettivo – spiega il direttore Andrea Strata – è quello di portare all’attenzione del legislatore dati scientifici emergenti dai diversi filoni di ricerca socio-economica, tecnologica e sanitaria; dati provenienti da una fonte estremamente autorevole e terza rispetto al settore, quale è Eurispes".
 


Secondo Chiara Sambaldi: "Il settore necessita di approfondimento scientifico non solo con riguardo al profilo socio-sanitario. Si pensi all'importanza della tutela dell'ordine pubblico e della sicurezza e all'esigenza di conoscere in modo compiuto l'andamento dei fenomeni illeciti ed i percorsi giudiziari. Se è stato evidenziato che la criminalità organizzata nutre interesse per il settore, è opportuno che le iniziative finalizzate al riordino normativo possano contare su di un quadro completo ed esaustivo di analisi di tutta la fenomenologia dell'illecito".

I DIRETTORI
Chiara Sambaldi - Avvocato, esperta nei settori specialistici dei giochi e delle scommesse, dei contratti bancari e dei sistemi di vendita diretta . Socia fondatrice di Eurispes Toscana è attiva nella diffusione della cultura della legalità e prevenzione dei comportamenti antisociali e a rischio. Coordinatrice scientifica di Lexandgaming, piattaforma europea e rivista giuridica di diritto dei giochi e delle scommesse. Autrice di numerose pubblicazioni giuridiche.

Andrea Strata - Avvocato, particolarmente impegnato nel settore del gaming, fornisce la propria esperienza maturata in tale comparto a diversi operatori del settore. È Coordinatore Scientifico di Lexandgaming, Rivista di diritto edita da Lex Giochi S.r.l., dedicata al settore dei giochi e delle scommesse. Autore di numerose pubblicazioni giuridiche; collabora in qualità di relatore con istituti e scuole di formazione.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.