Logo

Comune Bergamo, Marchesi: 'Educare al gioco sano'

Maria Carolina Marchesi, assessore alla Coesione sociale del Comune di Bergamo, presenta il progetto “La Posta in Gioco” rivolto a giovani ed anziani.

“Quel che cerchiamo di fare è spiegare nel modo più immediato possibile le diverse tipologie di gioco e i rischi – anche sociali – legati al gioco d’azzardo. Soprattutto si parlerà del gioco da tavolo come strumento di interazione divertente, sana, interessante, immediatamente utilizzabile sia tra persone della stessa età che anche tra generazioni, dedicando una riflessione riguardo i meccanismi interni ai giochi sani che diventano protettivi (la gestione del rilancio, il sapersi fermare, trovare un equilibrio tra volere troppo o troppo poco, valutare il rischio, etc). L’intenzione è quella di avviare 5 laboratori, che si svolgeranno tra aprile e maggio 2018, in accordo con i presidenti dei centri Terza Età della città.” 

Così Maria Carolina Marchesi, assessore alla Coesione sociale del Comune di Bergamo, ricorda le iniziative varate dalla sua amministrazione nell'ambito del progetto “La Posta in Gioco”, avviato nell’Ambito 1 di Bergamo e pensato per sensibilizzare giovani e meno giovani ai problemi legati al gioco d’azzardo con un percorso di coinvolgimento sul tema all’interno dei Centri Terza Età cittadini. 
 
 
Non solo centri per la terza età, ma anche e soprattutto giovani: è a loro che il progetto La Posta in Gioco si rivolge attraverso 6 incontri, suddivisi in due sessioni, nel mese di aprile 2018 in 3 istituti superiori (ISIS Galli, IIS Pesenti e ISIS Natta). L’intenzione è quella di illustrare alle scuole i dati quantitativi e qualitativi dell'indagine conoscitiva condotta da Simone Feder nel maggio 2016 in 23 istituti secondari di I° grado e in 30 istituti di istruzione secondaria superiore al fine di rilevare i comportamenti degli adolescenti. L’indagine è stata uno dei punti cardine alla base del regolamento per la prevenzione del gioco d’azzardo patologico varato dal Comune di Bergamo. 
 
Infine il progetto si rivolgerà anche, attraverso due incontri formativi in calendario il 9 e il 23 aprile, dalle 17.00 alle 19.00, ai volontari della Caritas, ai Parroci e agli agenti sindacali. Saranno due appuntamenti sviluppati in collaborazione con ATS Bergamo e ASST-Papa GiovanniXXIII, che inquadreranno il fenomeno gioco d'azzardo a Bergamo attraverso dati e video e il riconoscimento precoce della problematica del gioco patologico, anche attraverso un'attività di laboratorio.
 
Per venerdì 9 febbraio invece all’Auditorium di Piazza della Libertà è in programma lo spettacolo teatrale “Il Circo delle Illusioni”: una riflessione di circa un’ora e un quarto (ad ingresso libero), proposta dalla compagnia teatrale la Pulce, per far luce ancora una volta “sulle strategie e i meccanismi perversi che irretiscono i potenziali giocatori”. 
 
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.