Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Portogallo, sì a pubblicità gioco online di solo operatore autorizzato

  • Scritto da Amr

La Corte di giustizia europea ritiene che sia manifestamente irricevibile la questione di rinvio pregiudiziale del Portogallo sul gioco online.

Con un'ordinanza, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Europea, la sesta sezione della Corte di giustizia europea decide sulla domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Supremo Tribunal de Justiça del Portogallo in merito alla causa Sportingbet PLC, Internet Opportunity Entertainment Ltd / Santa Casa da Misericórdia de Lisboa sull'offerta e la pubblicizzazione di prodotti di gioco online, evidenziando (come già fatto in analoghi casi passati) che “lL’articolo 56 Tfue non osta alla normativa di uno Stato membro, quale quella in discussione nel procedimento principale, la quale vieti ad operatori stabiliti in altri Stati membri di proporre giochi d’azzardo tramite un sito Internet, ancorché essa conferisca un’esclusiva per l’esercizio dei giochi stessi a favore di un operatore unico sottoposto a uno stretto controllo delle autorità pubbliche” Inoltre, “l’articolo 56 Tfue non osta alla normativa di uno Stato membro, quale quella in discussione nel procedimento principale, la quale vieti la pubblicità per i giochi d’azzardo, ad eccezione dei giochi organizzati da un operatore unico al quale è stato conferito il diritto esclusivo di organizzarli”. Infine, “le questioni prima, quinta, sesta, ottava, nona e decima sollevate dal Supremo Tribunal de Justiça (Corte suprema, Portogallo) sono manifestamente irricevibili".  

 

 

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.