Logo

Corruzione nello sport, undici arresti in Slovenia

Undici arresti in Slovenia per un giro internazionale di corruzione nel mondo sportivo e di scommesse illegali.

L'ufficio investigativo della Polizia slovena, con il supporto di quella croata e dell'Europol, ha smantellato un'organizzazione criminale dedica alla corruzione nello sport e alle scommesse illegali.

L'operazione, si legge in una nota dell'Europol, è culminata ieri 18 dicembre con l’arresto di 11 membri dell’organizzazione. Semplice, quanto efficace, il meccanismo con cui venivano generati i profitti illegali: i risultati di diversi campionati dell’area europea (Macedonia, Serbia e Repubblica Ceca principalmente) venivano alterati corrompendo i giocatori. Poi, ingenti quantità di denaro venivano puntate sui risultati concordati, attraverso il circuito dei principali bookmaker asiatici. Per mobilitare le somme in gioco, era stata creata un’apposita piattaforma telematica in grado di garantire l’anonimato ai membri dell’organizzazione.

Per il trasferimento di fondi sulla piattaforma venivano utilizzati i più diffusi sistemi di pagamento virtuale, mentre le vincite venivano poi girate, attraverso un sistema bancario alternativo online, suo conti di compagnie “off shore” usate come copertura finanziaria. Nel corso dell’operazione, inoltre, sono stati sequestrati 35 computer, 32 smartphone, circa 20mila euro in contanti, nonché banconote false per il valore di quasi 40mila euro. Le indagini erano state avviate a marzo di quest'anno.
I COMMENTI - Sergio D'Orsi, specialista del progetto di analisi di Europol sulla corruzione sportiva, dichiara: "La corruzione sportiva è un crimine grave e un fenomeno veramente globale portato avanti da gruppi criminali organizzati, che operano più spesso a livello transfrontaliero. Questa indagine internazionale ha dimostrato il livello di sofisticazione raggiunto da alcune reti criminali coinvolte nella corruzione sportiva che utilizzano nuovi modi operativi per generare ampi profitti illegali e investire denaro proveniente anche da altri gravi crimini. La cooperazione internazionale di polizia è fondamentale per distruggere tali reti criminali. Il nostro sostegno alle indagini ha sicuramente dato un valore aggiunto ai nostri stati membri grazie alle risorse e alle competenze analitiche uniche di Europol e al suo alto livello di impegno in questo campo".

Darko Majhenič, direttore del National Bureau of Investigations della polizia slovena, afferma: "La polizia slovena si impegna a perseguire la corruzione nello sport e le scommesse illegali nella regione. La cooperazione tra i paesi membri dell'Europol e il sostegno di Europol hanno aiutato i nostri esperti investigatori a gestire il carico di lavoro. Gli investigatori di tutta Europa trarranno beneficio dalle prove raccolte oggi".

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.