Logo

Italy Briefing, La Rosa (BakerMcKenzie): '2018, l'anno zero del gaming'

L'intervento di Rodolfo La Rosa, legale esperto di gaming e partner BakerMcKenzie, al seminario "The Italy Briefing" di Gioconews.it all'Ice di Londra.

 

Londra - A fare da collante tra il primo e il secondo panel del "The Italy Briefing" di Gioco News a Ice Totally Gaming, è l'avvocato Rodolfo La Rosa partner dello studio legale BakerMcKenzie. Il perché si comprende dai temi toccati dal noto legale italiano: "Sarà l'anno zero per il gioco italiano perché è dalle sfide del 2018 che si riparte nel settore del gaming sia dal punto di vista del regolatore che da quello delle aziende italiane ed estere e, ovviamente, per i giocatori".

Tre sono i driver individuati da La Rosa che caratterizzeranno l'anno appena iniziato: "Per il gioco online si parte dal bando rilasciato ad inizio anno e dalle licenze che verranno rilasciate entro l'estate. Un documento atteso che finalmente allineerà le concessioni offrendo l'opportunità a tutte le aziende di continuare ad investire o di entrare nel mercato italiano. Per il gioco fisico dovremmo riuscire quanto meno a vedere come verrà disegnato il nuovo bando per il settore del betting. Sarà l'anno zero anche qui con nuovi servizi e prospettive in arrivo che renderanno il mercato molto effervescente. In terza battuta è l'anno decisivo anche per il rinnovo delle cariche politiche, dell'esecutivo e delle varie commissioni. Un tema da seguire con assoluto interesse".

Fondamentale il terzo punto stilato da La Rosa: "Una diversa formazione politica dell'esecutivo potrebbe fare scelte nuove su tanti temi come l'antiriciclaggio, l'attuazione a livello locale dell'intesa Stato-Regioni, la cura alle ludopatie, la liquidità internazionale e il tema della pubblicità. Chi c'era potrebbe prendere decisioni e fare scelte molto più coraggiose in virtù di una maggiore solidità governativa e una capacità di azione temporale ben più longeva".
Naturalmente anche a livello locale l'attenzione è molto elevata: "Oltre alla politica nazionale ci sono regioni molto importanti che rinnoveranno i loro rappresentanti. Aree come la Lombardia, il Lazio e altre che sono determinanti per la raccolta del gioco terrestre e fondamentali nell'applicazione dell'accordo trovato in Conferenza unificata Stato-Regioni".
Fondamentale la stabilità del mercato "non solo a beneficio degli operatori e dei giocatori italiani ma anche per possibili player stranieri che vedranno nell'Italia un orizzonte temporale certo per i loro investimenti", conclude La Rosa.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.