Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Presilla: 'Antiriciclaggio, gioco italiano ben regolato'

  • Scritto da Sara Michelucci

Marcello Presilla presenta la nuova edizione del volume “Giochi, scommesse e normativa antiriciclaggio” alla luce degli aggiornamenti imposti dalla IV direttiva Ue.

 


Roma - "Gli operatori del gioco sono destinatari di obblighi specifici con questa Direttiva antiriciclaggio e questo testo ripercorre gli elementi e le novità fondamentali. Ne viene fuori un settore ben regolato, anche sotto il profilo delle tutele sull'antiriciclaggio. Il legislatore italiano ha fatto quindi un lavoro preciso e importante sulle dinamiche antiriciclaggio per il gioco pubblico".


Lo sottolinea Marcello Presilla, autore del volume “Giochi, scommesse e normativa antiriciclaggio”, presentato a Roma oggi, 24 ottobre. Il testo, di cui è stata pubblicata la seconda edizione da Filodiritto Editore in collaborazione con LexGiochi, e vede anche la firma di Maurizio Arena, è stato aggiornato dopo le modifiche legislative a seguito della IV direttiva della Ue in materia di antiriciclaggio.

"I soggetti obbligati sono gli operatori titolari di concessione di Stato e i casinò, ma oggi la nuova direttiva chiama in causa anche soggetti distributori ed esercenti che assumono un ruolo di 'sentinella' con l'identificazione del cliente. La comunicazione dei dati acquisiti dal punto vendita è un altro passaggio importante in ottica di conservazione dati. Le nuove disposizioni sul gioco sono essenzialmente quattro come si sa bene, con una chiara volontà di parlare direttamente a questo settore. Si chiede di fare un passo in avanti a tutti gli operatori economici, basandosi sulla responsabilità. Le nuove norme fissano diverse soglie di rilevanza rispetto alle quali scattano azioni di identificazione, comunicazione, conservazione".
 
 
"Tutti siamo consapevoli della complessità delle cose, ma una normativa di questo tipo può aiutare di certo a mettere dei paletti e a identificare soggetti istituzionali a cui vengono affidati ruoli di controllo e di guida. La cooperazione istituzionale è un altro dei temi forti su cui puntare. Novità ci sono non solo per il gioco terrestre, ma anche per quello online. Su quest'ultimo dobbiamo dire che se anche la normativa non è perfetta, ci sono presidi in Italia adeguati. La nuova disciplina colma però alcune lacune riguardanti soprattutto il passaggio del denaro sul conto gioco. La piena tracciabilità del denaro è l'obiettivo. Il settore del gioco è troppo spesso oggetto di attacchi demagogici quando si parla di riciclaggio, dato che parliamo di un tema complesso e ampio", conclude Presilla.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.