Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Morando: 'Proroga concessione G&V, governo disposto a miglioramenti'

  • Scritto da Amr

Prosegue l'esame in Senato del decreto fiscale, il vice ministro Morando assicura che il governo è disposto a migliorare le norme sulla proroga della concessione per i gratta e vinci.

"Riguardo alla proroga della concessione di cui all’articolo 20", il governo è aperto "rispetto a eventuali miglioramenti del testo attualmente in esame". Lo ha affermato il vice ministro dell'Economia, Enrico Morando, intervenuto ai lavori della sesta commissione Finanze del Senato, che sta esaminando in sede referente il decreto fiscale e le norme che esso contiene all'articolo 20, relative alla proroga della concessione per i gratta e vinci.  

L'intervento di Morando arriva in risposta a quello del senatore del Gruppo Misto Giuseppe Vacciano, secondo cui "l’autorizzazione alla prosecuzione del rapporto concessorio per la raccolta delle lotterie nazionali, consistendo in un rinnovo tacito, può comportare il rischio di un’infrazione della normativa europea". Morando si è anche soffermato sul disegno di legge sulle Agenzia fiscali, all'esame, stavolta in sede referente e non consultiva, della commissione presieduta da Mauro Maria Marino (Pd), manifestando "la massima disponibilità del Governo a collaborare al fine di individuare le modalità più idonee per uno sbocco positivo del lavoro finora svolto, che può consistere nell’integrazione del decreto-legge n. 1480 in un recepimento nel disegno di legge di bilancio". 

IL LAVORO DELLE ALTRE COMMISSIONI - Il decreto fiscale, su cui la prima commissione Affari costituzionali ha espresso il suo parere favorevole, come pure la commissione Affari esteri (con condizione e osservazione) e Difesa, è oggetto di esame, in sede referente, da parte della commissione Bilancio. A tale proposito, il relatore, Silvio Lai (Pd), lo definisce "un provvedimento articolato, che interviene con disposizioni urgenti per esigenze indifferibili, come quelle legate alle alluvioni di settembre e ottobre e per anticipare alcuni interventi della legge di bilancio", che "indica risposte a nodi emersi in questi anni per iniziativa parlamentare e sui quali occorrerà un confronto politico per valutarne la adeguatezza".

Nell'illustrarne i contenuti, evidenzia che l'articolo 20, al comma 1, "autorizza la prosecuzione del rapporto concessorio in essere, relativo alla raccolta, anche a distanza, delle lotterie nazionali ad estrazione istantanea (ed. 'gratta e vinci')".  A tale proposito, la senatrice Maria Cecilia Guerra (Mdp), ha chiesto chiarimenti sulla "natura delle entrate derivanti dalla disposizione sulla concessione" prevista.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.