Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Espulsione gioco a Bolzano, Cds: 'Perizia entro 30 marzo 2018'

  • Scritto da Fm

Il Consiglio di Stato proroga i termini della consulenza tecnica sull'effetto espulsivo delle norme sul gioco della Provincia di Bolzano.

Prorogato fino al 15 febbraio 2018 il termine "per la trasmissione, ad opera del consulente tecnico d’ufficio, di uno schema della relazione alle parti o, se nominati, ai loro consulenti tecnici, e il termine successivo fino al 1° marzo 2018 per la trasmissione al consulente tecnico d’ufficio delle eventuali osservazioni e conclusioni dei consulenti tecnici di parte, nonché termine fino al 30 marzo 2018 per il deposito in Segreteria della relazione finale del consulente tecnico d’ufficio, il quale dovrà esprimersi anche sulle osservazioni e conclusioni dei consulenti di parte".

Lo ha stabilito il Consiglio di Stato pronunciandosi su una serie di ricorsi avanzati da alcune società di gioco contro la Provincia autonoma di Bolzano che avevano sollevato la questione di legittimità costituzionale della normativa provinciale sui siti sensibili e relativo raggio di protezione di 300 metri in relazione all'art. 41 della Costituzione sulla libertà d'iniziativa economica.

 

Il Consiglio di Stato aveva quindi richiesto il parere di un consulente tecnico per verificare la portata dell'effetto espulsivo del gioco conseguente al provvedimento. Il termine per la presentazione del parere era fissato al 20 dicembre 2017, ma il consulente nominato – il professor Cesare Pozzi, docente di Economia dell’impresa all’Università Luiss Guido Carli - aveva avanzato una richiesta di proroga.
 
Secondo il Consiglio di Stato la richiesta di proroga dei termini per il deposito della consulenza tecnica è stata "congruamente motivata in ragione della ingente mole della documentazione da acquisire e da analizzare, dal numero delle parti coinvolte, nonché dalla complessità delle problematiche trattate".
 
I giudici hanno stabilito che la discussione della causa proseguirà in una udienza pubblica ad una data da individuarsi nel secondo trimestre del 2018, a cura della Segreteria.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.