Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Londra capitale mondiale del gaming: al via il Mobile Games Forum

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

A Londra si rinnova l'appuntamento con il Mobile Games Forum: l'evento più importante per il settore del gaming in mobilità.

 

Londra - È stato il primo evento in assoluto, a livello internazionale, a occuparsi di mobile gaming e oggi che il dibattito attorno a questo business è esploso, rappresenta ancor di più un punto di riferimento assoluto per sviluppatori e investitori di tutto il mondo. Stiamo parlando del Mobile Games Forum di Londra. Una due giorni che rappresenta l’evento imperdibile per i professionisti del settore che stanno plasmando la propria strategia e rivoluzionando il panorama del mobile gaming nel mondo. Il Forum – ospitato per il terzo anno consecutivo dal Bishopsgate di Londra - gode di una vasta copertura mediatica a livello internazionale e in Italia, in particolare, grazie alla media partnership con il network di Gioco News, che ha dedicato all'evento uno speciale anche sulla rivista cartacea, nell'edizione di gennaio.

 

LA STORIA E IL FUTURO - Fondato nel 2003, il Forum si è subito costruito una reputazione di alto livello grazie a contenuti di alta qualità e all'ottimo livello degli speaker coinvolti ogni anno. E oggi Mgf continua a coprire le tendenze e le migliori pratiche all'interno del business del gioco mobile. Quest’anno il Forum torna a Londra il 20 e 21 gennaio, con la promessa di collegare i seguaci con le principali realtà imprenditoriali del mondo e i maggiori decision maker nello spazio del mobile gaming.
 
Con un parterre di oltre 600 partecipanti, la divulgazione di dati gestionali cruciali per gli operatori del settore, e la forte presenza degli investitori e dei principali sviluppatori indipendenti, Mgf è l'occasione ideale per incontrare i guru di questa particolarissima industria, sempre più in crescita nel tempo.
 
GLI SPEAKER - Tra gli ‘special guest’ di questa edizione, troviamo: Victor Kislyi, Ceo di Wargaming, Matthew Bromberg, Coo di EA Mobile, Electronic Arts, Anatoly Ropotov, CEO di Game Insight, Jeff Liang Huang, Manager - European Partnerships, Tencent, Robby Yung, Ceo di Animoca Brands, Greg Ballard, Svp - Digital Games di Warner Bros, Jude Ower, Fondatore di PlayMob, David Bluhm, Ceo di Dropforge Games, Andy Wafer, Ceo di Pixel Toys, Wilhelm Taht, Responsabile prodotti esterni di Rovio, Royce Disini, fondatore di Mobcrush, Adrian Hon di Run, Arthur Chow, Ceo di 6Waves e tanti altri.
 
NON SOLO FORUM - A partire dalla scorsa edizione, in oltre, il Mobile Games Forum si è arricchito di una cornice ancora più importante, con la città di Londra che ha creato una intera settimana dedicata al mobile gaming attorno a questo evento: si tratta della Mobile Games Week, che si ripete quest’anno dal 18 al 26 gennaio, E che promette di richiamare nuovamente migliaia di visitatori, confermando l’interesse della capitale inglese di proporsi come cuore pulsante della sviluppo tecnologico. Anche sul fronte dei giochi
 
IL PROGRAMMA 'NEXT LEVEL INDIE'– Tra le tantissime sessioni di dibattito ospitate all'interno del Mobile Games Forum c'è un'intera area intitolata 'Forum Next Level Indie' che si propone come il luogo ideale per “conoscere, sopravvivere e prosperare nel cuore innovativo del settore”. Nel corso di due giorni, il Forum Next Level Indie esaminerà il futuro della scena dello sviluppo puntando sulle nuove tecnologie, come quelle virtuali, indossabili, dei giochi televisivi e persino della stampa 3d applicata al gaming. Verranno inoltre dati preziosi consigli su come avviare, promuovere e far crescere il pubblico nel gioco 'indie' e una serie di opportunità per incontrare i migliori sviluppatori indipendenti, i maggiori editori e investitori per aiutare a ispirare e crescere i soggetti che operano in questo mercato.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.