Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Maggi (Sisal) in Regione Lombardia: "Forniremo numero di locali che hanno dismesso slot, ma è basso"

  • Scritto da Sm

"E' stata un'audizione estremamente positiva sul tema dei contratti di gestione e di connessione che riguardano le slot machine, il concessionario Sisal e gli esercenti. Mi sono riservato di confermare al Presidente della Commissione, Angelo Ciocca, il numero preciso dei locali che hanno deciso di dismettere le slot machine alla luce delle varie disposizioni contenute nelle leggi regionali, ma comunque non risultano essere poi così tanti.

La regione è stata estremamente soddisfata dell'audizione e della disponibilità che abbiamo dato nel confronto sul tema degli apparecchi da gioco". E' quanto afferma a Gioconews.it, Giovanni Emilio Maggi di Sisal, rispondendo oggi in Commissione Attività produttive della Regione Lombardia.

 

SISAL PRECISA AL PD - Dopo l’incontro, il Gruppo consiliare del Partito Democratico in Regione Lombardia ha diramato un comunicato al quale fa seguito la precisazione di Sisal. Il gruppo specifica che “Relativamente a quanto erroneamente riportato nel comunicato sopracitato dal titolo: ‘Ludopatia, audizione di Sisal in Consiglio Regionale. Barboni e Brambilla (Pd): Dal 2015 nuove macchinette con lettore magnetico. Oltre la tessera sanitaria leggerà le carte di credito’, il Direttore delle Relazioni Istituzionali di Sisal, Giovanni Emilio Maggi, intervenuto in audizione, dichiara, a conferma di quanto già dichiarato nel corso dell’audizione: ‘Sono in corso di definizione a cura dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli specifiche regole tecniche relative agli apparecchi di gioco di nuova generazione che dovrebbero essere introdotte a partire dal 2015. Tali regole tecniche prevedono, fra le altre cose, che ciascun apparecchio sarà dotato di un lettore automatico, in grado di leggere almeno i codici a barre, con l’obiettivo di identificare la maggiore età del giocatore’. È del tutto escluso, pertanto, che il dispositivo del quale saranno dotate i nuovi apparecchi di intrattenimento possa consentire la lettura delle carte di credito, dato che peraltro non risulta previsto nel Decreto delle regole tecniche.

 CIOCCA - “L’incontro di oggi è solo il primo di una serie di indagini conoscitive che vogliamo fare per rapportarci con tutti gli attori in campo e per dare maggior efficacia e trasparenza alla legge approvata dal Consiglio – spiega il Presidente della commissione regionale, Angelo Ciocca – Sono certo che con il dialogo riusciremo a raggiungere il nostro obiettivo primario, che è quello di debellare le forme patologiche di gioco d’azzardo. Oggi iniziamo a registrare e comunicare con chiarezza un particolare fondamentale: chi decide di rescindere contratti con Sisal e rinunciare a slot machine e videopoker non deve pagare nessun tipo di penale. Ora vogliamo capire cosa succede con le altre società concessionarie”.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.