gioconews_player
gioconews_poker
gioconews_casino
seguici su
gioconews_player
gioconews_player
youtube
Google plus
Linkedin
Vimeo
Vimeo

Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it

Sapar: 'Aumento Preu, posti di lavoro in fumo'

Il presidente Sapar evidenzia come l'aumento del Preu metterebbe a rischio i posti di lavoro e non aiuterebbe il contrasto al Gap.

“Aziende costrette alla chiusura, posti di lavoro in fumo, più disoccupazione e nessun contrasto al gioco patologico. Sono questi i risultati che l’aumento della tassazione sui giochi previsto nella cosiddetta Manovrina, e in particolare sugli apparecchi da intrattenimento, comporterà per il settore del gioco pubblico e legale”.

A dirlo è Raffaele Curcio, presidente di Sapar, l’Associazione Nazionale Servizi Apparecchi per le Pubbliche Attrazioni Ricreative.

“L’avvertimento lanciato dalla Corte dei Conti il 5 aprile scorso – ha aggiunto Curcio – è stato molto chiaro. Per i giudici contabili il settore è arrivato a saturazione, con una tendenza alla riduzione della resa media dei giochi in termini di utili netti per l’erario. Eppure si continua ad aumentare anno dopo anno la tassazione, solo sulle macchine e in particolare sulle Awp da 1 euro a giocata. Mentre sulle altre tipologie di giochi l’approccio è totalmente diverso. È davvero incomprensibile l’accanimento verso la rete fisica degli apparecchi e l’indulgenza verso altre offerte, come ad esempio il gioco on line. Smantellare una rete fisica composta da circa 85.000 pubblici esercizi vuol dire condannare alla chiusura le aziende, le piccole e medie imprese, distruggere posti di lavoro e il presidio di legalità che la filiera rappresenta sui territori. La conseguenza sarà il ritorno all'epoca dei videopoker illegali e delle bische clandestine, senza nessun controllo da parte dello Stato, benefici per l’erario e tutela dei giocatori”.

E conclude: “Ci auguriamo che le Regioni e gli Enti locali oggi 20 aprile riuniti in Conferenza Unificata, se davvero tengono alla difesa della legalità e alla tutela del giocatore, prendano le distanze da queste scelte che danneggiano i giocatori, le aziende e i lavoratori, con conseguenze pesanti per l’economia nazionale e dei singoli territori”.

Share

Registrati con Facebook-Twitter-G+

Ultimi eventi

Stay connected

© Copyright 2012 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati

Login|Register or Registrati

LOG IN

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.