Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Piemonte, As.Tro: 'Al fianco di Fit contro abolizionismo gioco'

  • Scritto da Redazione

As.Tro aderisce all'evento pubblico organizzato dalla Federazione italiana tabaccai a proposito della legge sul gioco del Piemonte, in programma il 19 febbraio a Torino.

"Mai come ora, i cammini di As.Tro e di Fit si fondono nel comune impegno a tutela
della legalità, del lavoro, della tutela dei cittadini".

Lo scrive, in una nota, l'associazione degli operatori del gioco lecito As.Tro comunicando la propria adesione all’evento pubblico organizzato dalla Federazione Italiana dei tabaccai sul "caso Piemonte", in programma a Torino il 19 febbraio, alle ore 10 presso la sala Cavour di “Torino Incontra”.

 

"Ai ringraziamenti per la richiesta collaborazione ai lavori congressuali, As.Tro rappresenta altresì la piena adesione degli iscritti alle finalità della manifestazione, non solo condivise, ma parte integrante di una visione comune di contrarietà all’abolizionismo anti-storico promosso dalla Regione Piemonte nei confronti degli apparecchi da gioco legali ai quali lo Stato ha affidato, sin dal 2004 la mission di marginalizzare e allontanare dalla gente le offerte illegali di gioco.
La Legge Regionale n. 9/ 2016 non abolisce il gioco, non regolamenta il gioco, non tutela le fasce deboli dal gioco, ma espelle unicamente un prodotto che rappresenta il 26 percento dell’intera raccolta di gioco pubblico e che grazie alla professionalità dei tabaccai e degli operatori di settore garantisce l’accesso ad un’offerta light di gioco (costo massimo non superiore ad un euro e vincita massima non superiore a cento euro), fruibile in sicurezza dalla popolazione", prosegue la nota.
 

"Nessuna finalità sanitaria può pertanto giustificare l’espulsione di quell’unica offerta di gioco che alla possibilità di aiutare tutto il tessuto commerciale del Paese associa una garanzia occupazionale per migliaia di addetti e il fondamentale presidio di legalità che solo il gioco lecito e controllato responsabilmente insediato presso gli esercizi di prossimità può garantire.
La riviviscenza delle offerte illegali di gioco a cui purtroppo già stiamo assistendo tanto in Piemonte quanto nel resto del Paese testimonia il favore che il proibizionismo sta apportando all’illegalità, che di questi tempi altro non fa che 'sfruttare' le opportunità generate dall’allontanamento del gioco legale dalle città per “posizionarsi” nel migliore dei modi", conclude As.Tro.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.