Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Bononcini (Facebook): 'In Italia 26 milioni di utenti' ma il gioco a vincita rimane tabù

  • Scritto da Redazione
  • Published in Generale

Roma - Le persone usano Facebook. Anche (e soprattutto) in Italia. E questo è un fatto. Anzi, due. A stupire però sono i numeri che caratterizzano il fenomeno, perché gli italiani connessi al Re dei social network sono ben 26 milioni, e tra questi ben 21 si collegano almeno una vota la giorno.

A fornire i dati ufficiali del colosso di Mark Zuckerberg è Laura Bononcini, responsabile delle relazioni esterne del gruppo in Italia, intervenuta alla cerimonia di apertura della Social Media Week di Roma. Ma ce ne sono altri, di numeri, e altrettanto notevoli: tra gli utenti italiani connessi al social network, 18 milioni lo fanno da mobile e questo testimonia quanto sia forte, ormai, la prenotazione di Facebook nella cittadinanza. Tra i driver di questo successo anche il Gaming che, come tutti sanno, è uno dei principali oggetti del desiderio dei navigatori e degli utilizzatori di social.

 

E ancora, guardando al business: "Ci sono 43 milioni di aziende nel mondo connesse a Facebook nel mondo e in Italia L'83 percento delle persone si è connessa con una pagina aziendale contro il 69 per cento della sede europa. E ciò dimostra che funziona anche, e molto, per le aziende", spiega Bonincini, che racconta la soddisfazione delle imprese che investono in pubblicità sul social network e che traggono esperienze utili e un ritorno degli investimenti spesso molto alto. Ma al di la del business, la responsabile si sofferma sul ruolo "sociale" del network che ormai condiziona e caratterizza la vita delle persone.

Ma a proposito di stili di vita, che ruolo ha il Gaming nella strategia di Facebook? "Il gioco rappresenta senza dubbio uno dei canali di sviluppo che meglio si sposano con la filosofia del social network e lo domani tra il successo di tante applicazioni esterne che hanno avuto grande successo sulla nostra piattaforma, come ad esempio Candy Crash", spiega Bononcini a GiocoNews.it. "In generale si tratta di uno di questi canali che funzionano tra gli utenti e Facebook è sempre attenta ad offrire quello che le persone vogliono, perciò ben venga il gioco". Ma quello che rimane ancora oggi un tabù è il gioco a vincita su Facebook, almeno in Italia: "rispetto al gioco con vincita in denaro la situazione è diversa tra i vari territori perché in Italia non è consentita questa possibilità mentre in altri paesi sì. Al momento non ho notizia di possibili sviluppi in questo ambito". Confermando, ancora una volta, lo scarso interesse del social network rispetto a questo sviluppo.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.