Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Daily Fantasy Sports: DraftKings punta all'Europa e investe in Irlanda

  • Scritto da Vincenzo Giacometti
  • Published in Generale

Entro la fine dell’anno debutterà la piattaforma irlandese di Daily Fantasy Sports di DraftKing: e c'è chi studia dall'Italia.

 

Dopo le prime indiscrezioni fuoriuscite sulla stampa locale, a dare conferma della notizia è il Ceo di DraftKings, Jeffrey Haas, che annuncia l’imminente debutto della piattaforma di Daily Fantasy Sports del colosso americano in Irlanda. L’amministrazione dell’azienda, in particolare, ha spiegato che DraftKings è in contatto con le autorità del Dipartimento delle Finanze irlandese per discutere sul regime di tassazione da applicare ai servizi di gioco "come i Dfs". Il colosso statunitense si è detto comunque fiducioso di poter riuscire a creare forme di marketing soddisfacenti con aziende e media irlandesi.

Una notizia che fa da contrappeso a quella circolata nei giorni scorsi dell’uscita di scena dal mercato britannico del competitor FanDuel, dopo un solo anno di attività.

ATTESA TRA IL PUBBLICO - Adesso, la domanda che si pongono in tanti, in Regno Unito e non solo, è se esiste – o può comunque esistere - un mercato per i Daily Fantasy Sports al di fuori degli Stati Uniti, specialmente in paesi come il Regno Unito e l'Irlanda, dove le scommesse sportive fanno parte della cultura popolare e della tradizione. Haas crede nel potenziale dei Dfs e spiega: "Se si fa una ricerca su Twitter usando le chiavi 'DraftKings' e 'Ireland', si vedranno decine di richieste da parte dei giocatori che chiedono quando arriveremo. Perciò la domanda c’è, esiste”. "Gli amanti dello sport in Irlanda sono incredibilmente appassionati e si fanno conoscere ovunque siano trovati" ha detto Haas. Spiegando di puntare molto sulla partnership stretta dall’azienda con il club calcistico del Liverpool Fc, che risulta molto popolare in Irlanda. Una notizia potenzialmente confortante anche per gli operatori che intendono investire su questo settore del gaming anche in Italia, dove gli sportivi e i tifosi sono altrettanto appassionati e certamente inclini al gaming, anche quello online.
 

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.