Logo

Risso (Fit): 'Bergamo, stop ai sindaci su limitazioni Lotto e Gratta e Vinci'

Il presidente nazionale della Federazione Italiana Tabaccai, Giovanni Risso, soddisfatto per la sentenza del  Tar Lombardia sugli orari del gioco a Bergamo.

 

“Una cosa sono il Lotto e i Gratta e vinci, un’altra le slot. È un principio per il quale ci siamo battuti a
lungo e con fermezza che ora è stato ribadito anche dal Tar delle Lombardia”.


Queste le parole del presidente nazionale della Federazione Italiana Tabaccai, Giovanni Risso, alla
pubblicazione della sentenza del Tar della Lombardia che accoglie il ricorso della Fit contro l’ordinanza con la quale il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, aveva esteso le limitazioni al gioco anche al “10eLotto” e “Gratta e Vinci”.


“Si tratta di una sentenza della massima importanza perché sottrae i giochi dei tabaccai al potere regolamentare dei sindaci. Inoltre la sentenza non solo riconosce che le concessioni esclusive e tipiche del tabaccaio non sono accomunabili ad altre tipologie di gioco, come ad esempio slot machine e
Videolottery, ma differenzia le tabaccherie-ricevitorie dalle sale slot e riconosce, ancora una volta, la
funzione di controllo del tabaccaio ed il suo conseguente ruolo sociale”, conclude Risso.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.