Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Lombardia, Gallera: 'Gap, obiettivo intervento precoce'

  • Scritto da Redazione

L'assessore al Welfare della Regione Lombardia evidenzia l'importanza di un intervento precoce anche sul fronte del gioco patologico.

"Per Regione Lombardia è una priorità la prevenzione, la cura e la riabilitazione delle persone con problemi di dipendenza da sostanze o comportamentale come nel caso del gioco d'azzardo patologico. La nostra rete dei servizi è diffusa capillarmente sul territorio e costituisce un sistema di intervento tutt'oggi portato ad esempio dalla maggior parte dei Paesi occidentali. Il mio impegno è quello di ripensare le modalità di azione dei servizi pubblici e privati al fine di prevenire le cronicizzazioni".

Lo ha detto l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera nel suo intervento, in Consiglio regionale, in merito alla 'Proposta di risoluzione concernente le determinazioni in merito ai Servizi multidisciplinari integrati (Smi) dell'area dipendenze', per cui ha espresso parere favorevole.
SOSTEGNO A CATEGORIE FRAGILI - "L'indirizzo regionale, sia per i soggetti privati che per i soggetti pubblici - ha sottolineato l'assessore - deve puntare a modificare le modalità di intervento dei servizi, in particolare a favore di determinate categorie più fragili e della loro presa in carico precoce, cioè i giovani, i soggetti che possono usufruire di misure alternative alla detenzione, gli stranieri, i soggetti affetti da dipendenze comportamentali, primi fra tutti i giocatori d'azzardo patologico che sono in costante aumento (nel 2016 sono stati trattati 2.870 pazienti di cui 2223 nei Sert e 647 presso gli Smi)".
54.000 PAZIENTI - Gli ultimi dati consolidati (anno 2016) evidenziano che il Ssr ha trattato in un anno oltre 54.000 pazienti (in totale 54.079) di cui 5.450 all'interno degli istituti penitenziari e 48.629 sul territorio. 
TIPI DISTURBO - La maggior parte dei pazienti si rivolgono ai servizi per: disturbo da uso di sostanze illegali (37.250 soggetti di cui l'88.5 percento ai Sert, il 11.5 percento agli Smi); disturbo da uso di alcol (11.602 soggetti di cui 89,1 percento ai Sert, 10,9 percento agli Smi); disturbo da gioco d'azzardo patologico (2.938 soggetti di cui 77,6 percento ai Sert, 22,4 percento agli Smi); tabagismo (684 pazienti); segnalazioni da parte della Prefettura (1.098 soggetti di cui 77,7% ai Sert, 22,3 percento agli Smi); uso problematico di sostanze (1.157 soggetti); altre problematiche (936 soggetti).
 
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.