Logo

Baretta: 'Investimenti tutelati e gare entro l'anno'

Il sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta evidenzia le modalità con cui saranno garantiti gli investimenti degli operatori e prevede che le gare saranno indette entro l'anno.

Roma - Obiettivo tutelare gli investimenti, come previsto anche nell'intesa sul riordino dell'offerta di gioco raggiunta in Conferenza unificata. Un obiettivo fortemente sentito dagli operatori. Ma come lo si potrà raggiungere? La parola, ai microfoni di Gioconews.it, al sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta, intervistato a margine della presentazione del Rapporto di cittadinanza di Snaitech: "Innanzitutto con questo accordo abbiamo fissato i numeri della nuova rete distributiva: 55 mila punti di gioco. È evidente che ogni intervento di riorganizzazione parte da questi numeri”. I punti vendita esistenti spariranno o saranno tutelati? “Un altro grande principio introdotto è la certificazione dei punti vendita, di cui dovremo definire i criteri. Ma l'idea di fondo è di basare tutto sulla certificazione dei punti vendita e sulla formazione degli operatori. La certificazione dei punti vendita sarà lo strumento a garanzia della tutela degli investimenti esistenti”.

Altro punto centrale per gli addetti ai lavori sono le gare per bingo e scommesse: ci sono i presupposti per indirle? “Credo proprio di sì: saranno sanciti dal decreto attuativo che sarà definito entro il 30 ottobre”. Quindi possiamo darci un obiettivo temporale? “Penso che entro l'anno saremo in grado di fare le gare”.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.