Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Ok a decreto fiscale, norme su gratta e vinci e bando scommesse

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Il consiglio dei ministri approva il decreto fiscale: misure anche sul gioco.

Via libera da parte del consiglio dei ministri, convocato per oggi 13 ottobre, al decreto fiscale che però, come affermato anche dal ministro per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, è stato approvato "salvo intese", quindi tuttora suscettibile di modifiche prima di essere inviato alle due Camere per la sua conversione in legge. Secondo quanto si legge nella bozza che Gioconews.it ha potuto visionare, ci sono disposizioni anche sui gratta e vinci e sul bando scommesse.

"In applicazione dell’articolo 21, commi 3 e 4, del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102, l’Agenzia delle dogane e dei monopoli provvede ad autorizzare la prosecuzione del rapporto concessorio in essere, relativo alla raccolta, anche a distanza, delle lotterie nazionali ad estrazione istantanea, sino al termine ultimo previsto dall’articolo 4, paragrafo 1, dell’atto di concessione, in modo da assicurare nuove e maggiori entrate al bilancio dello Stato in misura pari a euro 450 milioni per l’anno 2017 e 350 milioni per l’anno 2018", si legge nella bozza di decreto.

Si stimano maggiori entrate, ancora da dettagliare, anche dalla gara scommesse. 

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.