Logo

Agcom: diritti d'autore e musica, eccezione per i pubblici esercizi

È stato pubblicato sul sito dell’Agcom il Regolamento attuativo del D.Lgs. 35/2017 in materia di diritto d’autore che contiene specifiche per i pubblici esercizi.

 

I pubblici esercizi sono (in parte) "esonerati" dalle regole stabilite dall'Autorità garante delle comunicazioni in materia di diritto d'autore sui contenuti musicali. La conferma arriva con la pubblicazione del Regolamento attuativo disposto dall'autorità, nella cui delibera di approvazione, l’Agcom ribadisce l’inapplicabilità dell’articolo 23 del Decreto Legislativo sull’obbligo di rendicontazione dei contenuti trasmessi ai pubblici esercizi, in quanto "fruitori essi stessi" - prima ancora che utilizzatori - "di repertori confezionati e scelti da altri soggetti quali radio, tv, ecc". E, quindi, impossibilitati ad avere a disposizione le informazioni richieste, scongiurando così il rischio delle pesanti sanzioni previste per il mancato adempimento (da 20mila a 100mila euro). Per un'esclusione più volte richiesta dalla FIpe, la Federazione italiana dei pubblici esercizi.

Resta comunque fermo l’obbligo per i pubblici esercizi che organizzano trattenimenti musicali e le discoteche di compilare correttamente i programmi musicali, corredati di tutte le informazioni idonee all’identificazione degli aventi diritto (siano essi autori ed editori che produttori fonografici ed artisti), obbligo peraltro già vigente da decenni relativamente ai diritti d’autore.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.