Logo

Baretta: 'Regolamento Napoli su gioco non in linea con intesa'

Per il sottosegretario Baretta nuove regole su gioco pubblico delle amministrazioni locali non in linea con accordo in Conferenza unificata. Anci e Conferenza Regioni devono vigilare.

“Leggo che in molte amministrazioni si stanno deliberando nuove regole del gioco pubblico che non appaiono in sintonia con gli impegni condivisi il 7 settembre nell’intesa raggiunta in Conferenza Unificata, che sarà a giorni tradotta in un decreto ministeriale”. È il commento del sottosegretario all’Economia, Pier Paolo Baretta, alla notizia dell’entrata in vigore del nuovo regolamento del comune di Napoli sugli orari di apertura e chiusura delle sale scommesse.

 

“L’intesa stabilisce una rilevante riduzione dell’offerta del 35 percento delle Awp, che è già in via di attuazione, ed una drastica riduzione dei punti gioco da realizzare nei prossimi tre anni. A fronte di ciò le Regioni e i Comuni si sono impegnati a far sì che questa nuova ridotta dimensione del gioco pubblico possa essere esercitata e, quindi, come prevede la legge di bilancio in discussione al Senato, di adeguate a questa scelta le rispettive normative. Sono certo che i Governatori e i Sindaci terranno conto di questa scelta e che sia Anci che la Conferenza delle Regioni esercitino la loro autorevolezza per garantire la gestione coerente ed equilibrata degli impegni liberamente sottoscritti”.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.