Logo

Liguria, prosegue iter piano sanitario: 'Più informazione sul Gap'

Nel Piano socio-sanitario della Liguria al vaglio delle commissioni si parla anche di informazione e prevenzione del Gap, con azioni più ampie e mirate.

 

Si torna a parlare di gioco nelle aule politiche della Liguria. Mentre va avanti il confronto fra Giunta, operatori del settore e enti socio-sanitari per la modifica della legge vigente, in parallelo procede l'iter del Piano socio-sanitario regionale 2017-19, che prevede anche alcune norme in materia di contrasto al Gap.


Attualmente sono in corso di svolgimento una serie di audizioni nella commissione Salute del Consiglio regionale che continueranno anche nella seduta della II Commissione che si terrà giovedì 16 novembre 2017.


GAP, COSA PREVEDE IL PIANO - Per il Gap il Piano socio-sanitario regionale prevede l'implementazione delle "attività di informazione, prevenzione rivolte alla popolazione generale, nonché l’incremento dell’offerta di cura e presa in carico dei soggetti ludopatici". La stima dei giocatori d’azzardo problematici, recita il Piano, "varia dall’1,3 al 3,8 percento della popolazione generale e si stima che i giocatori d’azzardo patologici siano intorno all’1,6 percento. Le fasce di popolazione maggiormente interessate sono i giovani e gli anziani. Ad oggi sono circa 400 i soggetti in carico, ma il fenomeno è sottostimato ed è destinato ad aumentare".
 
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.