Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Nuovo regolamento a Camaiore, gioco vietato vicino alle stazioni

  • Scritto da Redazione

Anche il Comune di Camaiore (Lu) adotta il modello di regolamento sul gioco promosso da Anci Toscana, con una lunga lista di "luoghi sensibili".

Divieto di aprire nuove attività di gioco, compresi centri scommesse - ma anche di cambiare gestione, variare licenza o modificare il parco degli apparecchi - entro i 500 metri di distanza da luoghi di culto, istituti scolastici di ogni ordine e grado (compresi quelli privati), asili nidi e scuole dell’infanzia (anche private), giocherie, sale studio, ludoteche, scuole guida, centri di aggregazione giovanile, oratori, discoteche, biblioteche, musei, teatri, cinema, giardini e parchi pubblici, sedi legali o operative di associazioni sportive, sociali, culturali o ricreative , stazioni ferroviarie e terminal di autobus.


Questo il nocciolo del Regolamento per l’esercizio del gioco lecito approvato all’unanimità dal consiglio comunale di Camaiore (Lu) nella sua ultima seduta.
 

La nuova normativa prende a modello il regolamento-tipo promosso da Anci Toscana e già adottato da diverse amministrazioni della regione, a cominciare dal Comune di Prato, e prevede fra i "luoghi sensibili" anche sportelli bancari, bancomat o postali (di cui è vietata l’installazione all’interno dei locali di esercizio), agenzie di prestiti e di pegno, attività di acquisto oro - argento e preziosi.
 
 
Agli inizi di gennaio l'associazione As.Tro aveva incontrato i rappresentanti del Comune di Camaiore per chiedere di puntare su formazione e informazione, gli unici strumenti davvero validi per limitare gli effetti del gioco compulsivo sul territorio.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.