Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Sentenza Laezza, Cgue rinvia tre ricorsi al tribunale di Salerno

  • Scritto da Redazione

La Corte di Giustizia Ue rinvia al tribunale di Salerno tre ordinanze che confermano la sentenza Laezza sulla cessione della rete per la raccolta di scommesse.

 

Nuova applicazione della sentenza Laezza sulla cessione della rete allo scadere delle concessione per la raccolta di scommesse. Con un'ordinanza, la Corte di Giustizia Europea, ha esteso ad altri tre ricorsi gli effetti della pronuncia che evidenzia l’illegittimità della norma abrogata dal Governo.


In questo caso, secondo quanto si legge nella Gazzetta Ufficiale europea, i provvedimenti sono stati rinviati al Tribunale di Salerno, per consentire la verifica dei casi.

 

La sentenza Laezza, pubblicata il 21 marzo 2016, prevede che “Gli articoli 49 e 56 del Tfue devono essere interpretati nel senso che essi ostano a una disposizione nazionale restrittiva, quale quella in questione nel procedimento principale, la quale impone al concessionario di cedere a titolo non oneroso, all’atto della cessazione dell’attività per scadenza del termine della concessione, l’uso dei beni materiali e immateriali di proprietà che costituiscono la rete di gestione e di raccolta del gioco, qualora detta restrizione ecceda quanto è necessario al conseguimento dell’obiettivo effettivamente perseguito da detta disposizione, circostanza che spetta al giudice del rinvio verificare”. 
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.