Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Match fixing: Lobjois (El) "Diverse le azioni messe in campo contro le alterazioni"

  • Scritto da Ac

Roma - Si parla di match fixing, prevenzione e legalità oggi a Roma, in occasione della conferenza stampa di Confindustria Sistema Gioco Italia, dal titolo ‘Match fixing: prevenzione e legalità in ambito europeo e italiano’.

 

Bernadette Lobjois, segretario generale European Lotteries sottolinea: “Il match fixing é un problema internazionale. Per questo abbiamo elaborato un piano d’azione in sette punti per prevenire i casi di frode e intensificare la lotta a operatori illegali, stabilire sanzioni, offire prevenzione, educazione, governance, monitoraggio, coordinamento. Abbiamo lanciato un programma rivolto agli atleti più giovani il cui slogan è ‘come il match fixing ti rovina la carriera'. È stato anche raggiunto anche un accordo di collaborazione con la World Lottery Association per il monitoraggio e adesso estenderemo i controlli dall’Europa a tutto il mondo. Siamo lieti di aver collaborato con Iris per un programma europeo di prevenzione e controllo”.

 

IL SEMINARIO - Dopo la conferenza stampa è previsto, a partire dalle 14,30, il seminario Iris sulla cooperazione internazionale in materia di match fixing. Introdurrà il segretario generale di European Lotteries, Bernardette Lobjois; saluto di Gennaro Schettino di Gtech e di Giovanni Emilio Maggi di Sisal. La presentazione Iris sarà affidata a Pim Verschuuren e Kristian Kalb.

 

Nella prima sessione, le autorità e le federazioni, si vuole rappresentare lo stato dell'arte delle azioni di prevenzione dell'etica sportiva e le azioni di controllo al fenomeno delle partite truccate. Verranno discusse le caratteristiche della manipolazione degli eventi sportivi e le ripercussioni di tale fenomeno criminale sulla credibilità dello sport e dell'industria del gioco legale. Interverranno Giovanni Panebianco, direttore Uff. per lo Sport del Consiglio dei Ministri; Giancarlo Abete presidente Figc; Roberto Fanelli, direttore centrale gestione tributi e giochi dell'Adm; Luciano Buonfiglio, vice presidente Coni.

 

La seconda sessione è dedicata alle esperienze giuridiche e giustiziali e ha come scopo quello di rappresentare le azioni di contrasto al match fixing attraverso l'analisi di recenti casi di combine nei campionati di calcio identificate dal Ministero dell'Interno e dall'Interpol, poi sfociati in procedimenti giudiziari dinnanzi a diverse procure della Repubblica, come quelle di Napoli e Bari. Verranno rappresentate le dimensioni del fenomeno e gli interessi di gruppi criminali organizzati che sfruttano le modalità di betting. Intervengono Ciro Angelillis, procuratore della Repubblica di Bari; Maurizio Greco membro della Corte di giustizia federale Figc; Massimo Zaccheo, presidente Tnas.

La terza sessione riguarda le esperienze pratiche e ha come scopo quello di rappresentare le azioni adottate per il contrasto delle partite truccate. Intervengono Andrea Abodi, presidente Lega serie B; Francesco Ghirelli, direttore Lega Pro; Massimo Passamonti, presidente Sgi-Confindustria; Gianni Merlo, presidente Aips.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.