Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Cuomo e Gennatiempo: 'Politica sia sensibile al settore dell'intrattenimento'

  • Scritto da Ca

Carlo Cuomo e Marco Gennatiempo evidenziano l'importanza che la politica sia sensibile al settore del puro intrattenimento.

 

Roma - “In passato sono stato l’unico relatore ad intervenire su questo tema ma siamo cresciuti e parlarvi di intrattenimento sia come eSports, amusement, arcade e su altre forme”. Lo evidenzia Carlo Cuomo, docente Iudav (Istituto universitario digitale animazione e videogiochi), nel suo intervento al convegno organizzato nell'ambito di Enada Roma su ”Intrattenimento 2.0: tra VR, eSports, arcade, nuove tecnologie e normative”. “Come Sapar abbiamo sensibilizzato la politica e ci stiamo avvicinando a questi altri tipi di giochi. Anche personalmente sto seguendo alcuni progetti da questo punto di vista”.
Marco Gennatiempo, vicepresidente Sapar con delega al settore amusement, aggiunge: “Stiamo cercando di smuovere la situazione per l’intrattenimento ma sia a Bruxelles sia in Italia si tende a confondere l’amusement puro con il gioco a soldi veri. La legge di stabilità del 2014 non venne impugnata e siamo bloccati per quello. Se non si sblocca la norma primaria non possiamo andare oltre. Non essendoci le norme i prodotti non possono uscire fuori. E stiamo insistendo tantissimo sia con il Mef che con il Mise con i nostri legali. Vogliamo dimostrare al comparto che il futuro c’è e dobbiamo seguire anche queste nuove forme per ravvivare la socialità e ovviamente il business. In alcuni eventi i più grandi si avvicinavano ai flipper e al calcio balilla ma i figli non sapevano neanche cosa erano, segno che sono cambiati i tempi. A Enada Rimini poi ci saranno ancora più novità sotto questa direttrice”.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.