Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

eSports: 'Oltre 10 milioni di italiani ne hanno percezione chiara'

  • Scritto da Redazione

Il mondo degli eSports tocca cifre sempre più interessanti anche in Italia, come evidenziato nella II edizione del Workshop “Sport Business & Economia dello Sport”.

 

È lo scenario futuro degli Esports, il tema centrale della II edizione del Workshop “Sport Business & Economia dello Sport”, promosso dall’AS Luiss (fondata nel 1999 per opera del prof. Paolo Del Bene), all’interno della università Luiss-Guido Carli di Roma.

L’incontro tra operatori del settore si è svolto a Roma nell’aula A200 di viale Romania, venerdì 13 aprile alla presenza di Giovanni Lo Storto (Dg Luiss), Luigi Abete (presidente As Luiss) e Roberto Pessi (prorettore alla didattica Luiss). Presentata la ricerca sui 10 trend sportivi del futuro. Salvatore De Angelis – senior manager Digital & Social Media Nielsen Sports, ha aperto un focus sugli eSports a livello internazionale, sottolineando come "oltre 10 milioni di italiani hanno una percezione chiara di cosa siano gli eSports, l'11 percento si dice fortemente interessato". Un fenome che si posiziona tra "i temi top, insieme alla distribuzione dei contenuti social, alle sponsorizzazioni e alla crescita della responsabilizzazione sociale delle attivitá sportive. Gli attori coinvolti sono i publisher (sviluppatori dei videogame), i brand che sponsorizzano i team di giocatori, gli organizzatori degli eventi, i distributori di contenuti (da Youtube a Facebook), fino alla fan-base. Nielsen ha avviato una sua divisione per gli eSports. Noi stiamo studiando come le aziende possono sviluppare collaborazioni e produzione di contenuti".

Presenti nelle vesti di relatori Luigi Pellegrino (Esports Business Manager Pg Esports), Paolo Cisaria (co-founder & Ceo team Mkers), Luca Nardi (direttore generale A.I.eSp.) e l’avvocato Francesco Purromuto (segretario generale A.I.eSp.). Presente tra gli ospiti dell’università romana anche Gianpiero Miele, Ceo di GamerWall. 

"A settembre 2017 il mercato globale degli eSports ha toccato i 660 milioni di dollari, circa 535 milioni di euro, un dato che comprende le sponsorizzazioni, il merchandising, i diritti di trasmissione, le pubblicità e il compenso per gli sviluppatori dei programmi", afferma Luigi Pellegrino.

“È un primo momento di incontro (in ambito universitario), di un mercato, quello degli eSports, in fortissima evoluzione. Abbiamo risposto, nelle settimane scorse, alla sollecitazione sul tema presentataci dall’As Luiss e, in pochi giorni, abbiamo messo insieme diversi operatori della filiera italiana, anche se l’incontro è aperto a tutti (si parlerà anche di aspetti medico-scientifici), a partire dagli studenti-atleti della As Luiss. L’idea guida di questo workshop è molto semplice: dopo la presentazione di Nielsen Sport, apriremo al dibattito coinvolgendo tutti i presenti. Personalmente ho risposto, come un anno fa (quando è nata l’idea di un workshop dedicato ai temi dello sport-business) all’invito del professore Del Bene (insieme a Mktgx.com), perché, come ex laureato Luiss (Scienze Politiche – indirizzo economico nel 1991), ritengo giusto dover contribuire, anche se in minima parte, a quello che è stato per 4 anni il laboratorio formativo della mia giovinezza” – ha spiegato Marcel Vulpis (direttore agenzia Sporteconomy e presidente A.I.eSp, associazione nata, nel dicembre scorso, per promuovere in Italia eventi e momenti formativi dedicati al mondo degli eSports.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.