Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Modifiche al Tulps: violazioni apparecchi, sanzione si applica alla persona giuridica o all'ente

  • Scritto da Mc
  • Published in Generale

tulpsAams rende note le modifiche all'art. 110, comma9, del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.  "Nei casi di reiterazione di una violazione di cui alle lettere a), b), c) e d) è preclusa all'amministrazione autonoma dei monopoli di Stato la possibilità di rilasciare all'autore delle violazioni titoli autorizzatori concernenti la distribuzione e l'installazione di apparecchi di cui al comma 6 ovvero la distribuzione e l'installazione di apparecchi di cui al comma 7, per un periodo di 5 anni. Se la violazione è commessa dal rappresentante o dal dipendente di una persona giuridica o di un ente privato di personalità giuridica, la sanzione si applica alla persona giuridica o all'ente". Il comma 9 dell'art. 110, come noto, contiene le sanzioni per talune tipologie di violazioni amministrative, di natura non fiscale, in materia di apparecchi da intrattenimento. la lettera e) del comma 9 prevede una sanzione accessoria, nei casi di reiterazione delle violazioni di cui alle predette lettere da a) a d). Trattandosi di violazioni amministrative non fiscale, trova applicazione, quanto ai principi generali, la legge n. 689 del 1981, ove non espressamente derogata".
Inoltre, mentre per le violazioni pecuniarie è responsabile in primis l'autore della violazione e, se costui è un rappresentante o dipendente di una persona giuridica, anche la persona giuridica (secondo i canoni della responsabilità solidale), la sanzione accessoria di cui alla lettera e), per effetto della modifica di cui di discute, si applicherà direttamente alla persona giuridica, al fine di non disperderne il relativo potenziale inflittivo.

Inoltre, al fine di rendere concretamente operante la sanzione accessoria, gli uffici periferici dovranno comunicare tempestivamente le violazioni contestate nel corso della propria attività di servizio con 'ordinanza-ingiunzione', all'ufficio competente in ragione del domicilio fiscale della persona giuridica cui è riferibile l'attività dell'autore della violazione.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.