Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Veneto e Toscana: 'Governo alla prova gioco'

Con il nuovo Esecutivo 2 tornano le domande sul futuro del settore e si chiedono risposte urgenti

Leggi tutto

Daniel Negreanu e il suo evento live ideale

Il pro canadese diventa organizzatore? Ecco la sua proposta

Leggi tutto

Non si gioca con l'ambiente

Gruppo Hit in pole position nella promozione di uno stile sostenibile, anche attraverso il progetto Glocal Gourmet

Leggi tutto

Ferrara (Aams Lazio): "Difficile operazione, ma i risultati sono arrivati"

  • Scritto da Vg
  • Published in Generale

aamsRoma - “Un’operazione difficile”. Così è stata descritta da Piero Ferrara, direttore dell’ufficio regionale del Lazio dei Monopoli di Stato, l’operazione portata avanti insieme alla Guardia di finanza per il contrasto all’alterazione delle schede delle slot machine. “Il gestore aveva 22 sale a Roma e provincia e aveva applicato al 10% delle macchine dispositivi per eludere la trasmissione delle giocate. È stato difficile risalire all’incongruità dei dati, ma una volta elaborati i flussi abbiamo condotto un’operazione in contemporanea su tutta la provincia.

Siamo entrati nei locali e abbiamo impedito che le macchine venissero toccate. Poi abbiamo iniziato a provarle grazie al fondo messo a disposizione dei Monopoli per individuare le truffe, individuando gli apparecchi alterati e sequestrandoli immediatamente. Proseguendo a questo ritmo in due anni saremo in grado di controllare tutta la rete regionale”, ha affermato.

“Il numero delle macchine illegali a Roma, che comprende anche irregolarità meno gravi come la mancata apposizione di un bollino, "fisiologicamente non supera - andando per eccesso - il 3% del totale”. E’ quanto detto da Piero Ferrara, direttore dell’ufficio regionale del Lazio dei Monopoli di Stato, nel corso della conferenza stampa in cui sono stati illustrati i risultati di un’operazione che ha portato alla scoperta di alcuni dispositivi illegali installati su alcune slot che alteravano la trasmissione dei dati relativi alle giocate alla rete telematica dei Monopoli. "Nel corso dell’operazione risulta che sia stato evaso un imponibile da oltre mezzo milione di euro ma non possiamo essere sicuri che sia tutto, c’è la possibilitò che le schede taroccate siano state azzerate o sostituite mentre erano in corso le indagini. Adesso, solo guardando le sanzioni tributarie, i responsabili - in questo caso il gestore - pagherà tra il 240 e il 480% del prelievo erariale evaso", ha spiegato Ferrara. "La truffa è stata ai danni dello Stato, ma anche dei concessionari che avevano meno volume di gioco registrato, mentre i giocatori erano ignari di tutto. Le macchine erogavano vincite normali, al 75%, ma mandavano alla rete solo una ’goccia’ delle giocate effettive". Determinate il contributo degli uomini della Guardia di Finanza e dei Monopoli che "hanno dovuto giocare una ventina di euro a macchina per riscontrare le anomalie. Per i primi euro giocati le macchine mandavano i dati regolarmente, poi arrivava un black out per il sistema telematico".

Share
Veneto e Toscana: 'Governo alla prova gioco pubblico'

Veneto e Toscana: 'Governo alla prova gioco pubblico'

I rappresentanti delle Regioni Veneto e Toscana fanno il punto sulle attese in materia di gioco da parte del nuovo Governo, e sulle loro prerogative.

Prima Pagina

Piemonte: 'Cirio metta mano a retroattività legge sul gioco'

Piemonte: 'Cirio metta mano a retroattività legge sul gioco'

Un rappresentante dei lavoratori del settore del gioco legale in Piemonte chiede al presidente Cirio di rivedere la retroattività della legge in materia.

Grosseto, 'In gioco contro l'azzardo' a iniziare dai giovani

Grosseto, 'In gioco contro l'azzardo' a iniziare dai giovani

Secondo il Coeso Società della Salute di Grosseto è importante contrastare il Gap con un progetto di rete tra enti pubblici e privati.

Lombardia: 'Gioco, modifica gestore non equivale a nuova installazione'

Lombardia: 'Gioco, modifica gestore non equivale a nuova installazione'

Il giudice di pace annulla alcune ordinanze del Comune di Milano, ritenendo che in materia di gioco la nuova installazione non equivalga alla modifica del gestore.

Aitini: 'Verso una Bologna Slot free: ora legge sul Gap su internet'

Aitini: 'Verso una Bologna Slot free: ora legge sul Gap su internet'

L'assessore alla Sicurezza urbana del Comune di Bologna Aitini commenta le disposizioni impartite alle sale slot per constratare il gioco d'azzardo patologico.

Focus

Aumento Preu, Iaccarino: 'L'industria del gaming così non sopravvive'

Aumento Preu, Iaccarino: 'L'industria del gaming così non sopravvive'

  Il presidente del centro studi As.Tro, Iaccarino, analizza le conseguenze dell'aumento del Preu su slot e Vlt inserito dal nuovo Governo.

Campania, Graziano: 'A un passo dalla nuova legge sul gioco per contrastare il Gap'

Campania, Graziano: 'A un passo dalla nuova legge sul gioco per contrastare il Gap'

Approvato in commissione Sanità della Regione Campania il testo unificato della legge sul gioco: videosorveglianza, multe e corsi per contrastare il Gap.

Altre notizie

Home Gioconews: notizie sul mondo del gaming

Home Gioconews: notizie di gioco e sul mondo del gaming

Gioconews è un sito di informazione sui giochi con tante notizie di gioco. Ampio spazio a news di politica e leggi. Le più importanti sentenze di gioco, notizie di politica europea e politica mondiale. Il gioco è spunto di approfondimenti nel sociale e nella politica di prevenzione. Le notizie di gioco toccano vari settori: dall'ambito politico e delle norme, i fatti di politica da Camera e Senato e le tematiche internazionali. Il gioco visto da varie prospettive. Politica e normativa al centro di notizie e approfondimenti.

joomla sticky bar

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.