Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Amusement: consigli per la ripartenza, strategia passa dal digitale

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

Il coronavirus cambierà il modo di lavorare e in cui operano i Fec e le sale giochi di tutto il mondo: ecco come rendere le aziende del gioco a prova di futuro.

Tutte le aziende e gli imprenditori si trovano oggi nell'occhio del ciclone, in uno stato di emergenza globale, in cui ognuno è concentrato sulla propria sopravvivenza. Specialmente le attività del settore dell'intrattenimento, a causa dal lockdown che riguarda ormai tutti i paesi. Ogni operatore di Fec (Family entertainment center), sale giochi eccetera non è dunque solo in questa sfida. Ma è proprio in questi periodi di pausa forzata che si devono fare riflessioni mirate e attuare strategie per salvaguardare le proprie imprese e programmare la ripartenza. Per questa ragione gli esperti di Amusement Recovery, il portale appena lanciato da operatori dell'industria dell'intrattenimento per aiutare le aziende del settore a uscire dall'emergenza, hanno diffuso una serie di consigli per gestire il lockdown.

Questo momento, secondo gli esperti, deve rappresentare l'opportunità di lavorare in modo intelligente, a breve termine (di pura tattica), mentre si lavora a un proprio piano di business (strategia) e si prepara le operazioni per la riapertura, quando le famiglie, dopo essere state costrette a casa, usciranno e giocheranno di nuovo.

LE SFIDE PRIME DEL COVID-19 - Prima di questi tempi di reclusione, quali erano le sfide e gli ostacoli al business di tutti i giorni che eravamo troppo occupati per affrontarli, preoccupati della quotidianità da gestire? Questa fase richiede una seria introspezione, ma ognuno deve farlo abbastanza rapidamente, analizzanto reparto per reparto, riducendo quindi il campo della propria analisi. Bisogna quindi considerare l'esperienza del consumatore e l'offerta del nostro prodotto. Cosa funzionava e cosa no? E perché? La causa principale era qualcosa di specifico o di sistemico? Sono utili, in questa analisi, l'uso di fogli di lavoro: delineando le sfide per ogni area del dipartimento e considerando la soluzione per ogni articolo. Occorre identificare tutto ciò che si deve fare e assegnare le priorità: qual è la cosa più importante? E quale il rispettivo livello di difficoltà? Cosa è facile cambiare e cosa è più difficile. L'esercizio è molto più semplice di quanto si possa pensare. Basta non commettere l'errore di farsi coinvolgere dall'emotività. Al contrario, è opportuno condividere la propria analisi con il proprio team e ottienere anche suggerimenti. L'aspetto migliore di questo esercizio è la mancanza di regole spefiche: stai lottando per la tua stessa esistenza. Ogni capo dipartimento può guardare alla propria area e smettere ciò che non funziona e investire in ciò che funziona.
Che si abbia una singola sala o una catena di Fec, ci saranno sempre persone che possono essere più informate o meglio di noi per ciascuna delle rispettive aziende e che possono dare un contributo prezioso su ciò che funziona e cosa no.
 
SFRUTTRA IL DIGITALE: LA TATTICA - Rimanere “vivi” oggi significa rimanere visibili online. E la rete è la chiave per mantenere il marchio al centro dell'attenzione del consumatore di riferimento. Sono tutti costretti a casa, lavorano da casa o studiano a casa con i loro figli, il loro uso dei media (specialmente dei social media) è salito alle stelle. È dunque l'opportunità per creare un coinvolgimento costante con il proprio pubblico di riferimento. Facciamogli inserire la nostra attività nella loro lista di desideri tra le cose che pensano di fare quando usciranno di casa.
Le campagne dovrebbero essere semplici e dirette, includere un premio (l'incentivo a partecipare): come garantite che il vostro obiettivo vada nel nostro locale quando riapriremo? Pubblicare campagne che indirizzino il traffico verso la nostra sede. Partecipa e vinci. Scegli un vincitore al giorno, esegui una nuova campagna ogni settimana. Questo non costa altro che tempo, creatività e una connessione Internet.
Il gioco dovrà essere semplice e il premio dovrà essere buono, altrimenti non otterremo coinvolgimento e/o i vincitori non andranno nella nostra sala per riscattare il loro premio. Questa non è scienza esatta: una bassa partecipazione di solito significa che il gioco è troppo difficile (alta barriera all'ingresso) o che il premio ha un valore basso.
Ma il digitale è anche il forum per chiedere feedback su offerte future o chiedere ai consumatori cosa vorrebbero vedere nel nostro menu, i giochi aggiuntivi nella sala, i premi per le redemption, ecc. Se non si vuole farlo pubblicamente (perché non vogliamo che la concorrenza si appropri della nostra ricerca), basta prendere nota dei principali utenti, delle persone a cui piace tutto e partecipano a ogni promo, e inviare loro un messaggio privato, chiedendogli se parteciperebbero a un sondaggio veloce o se farebbero una chiamata veloce per discutere delle idee che hai.
 
RIVEDERE E PERFEZIONARE L'ATTIVITÀ - Con la nostra campagna digitale in corso pianificata e in corso di svolgimento e la sicurezza che i consumatori torneranno alla tua sede, torniamo adesso all'elenco delle sfide e dei miglioramenti da fare (da pensare come un piano operativo e lavorare sulla strategia da eseguire per il nostro miglioramento. Una strategia risponde semplicemente alla seguente domanda: "Come eseguirò i miglioramenti elencati?" Ancora una volta, anche senza un centesimo in tasca, prendiamo questo tempo per pensare ai passaggi necessari per eseguire il nostro piano e agire. Il momento è ora.
Non possiamo aspettare l'apertura per iniziare a pianificare ed eseguire il nostro ritorno. Dobbiamo farlo ora e agire con un senso di urgenza. Questo è il momento di ottenere le migliori offerte, ogni singola azienda è impegnata nel recupero dell'industria. Quindi, mentre potremmo avere un flusso di cassa limitato, ci sono dei passaggi che si possono e si devono intraprendere ora. 
Occorre dunque preparare un piano di azione prima di riaprire in modo da evitare tempi di inattività durante la riapertura. Adesso è tempo di investire tempo nella comprensione del prodotto, dei suoi vantaggi per il proprio locale e di come integrarlo nel business.
 
PIANIFICARE LE PROMOZIONI PER LA RIAPERTURA – Potremmo non sapere la data esatta in cui il governo darà il via libera alla ripaertura delle imprese e la rimozione del lockdown. Ma avremo un piano di promozione pronto in modo da poterlo avviare e sviluppare in tempo reale, non appena sarà possibile. A partire da un evento di riapertura: invitando tutta la community dei social media, applicando una tariffa forfettaria per partecipare (vendendo i biglietti online) per una festa di 4 ore, organizzare un barbecue a consumazione libera, bevande gratuite, gioco free o altamente scontato. Magari posizionando una parate in cui i partecipanti possono stare in piedi e scattarsi una foto e pubblicarla sui social media con un hashtag per l'evento, pubblicando la foto mentre si sta svolgendo l'evento e incoraggiando i partecipanti a fare lo stesso (ciò attirerà più persone in tempo reale). L'evento di riapertura sarà comunicato in modo speciale: la nostra attività è stata riaperta ed è meglio si sempre, con un menu più grande, pacchetti migliori per la famiglia, migliori offerte di gruppo sui giochi e più divertente di qualsiasi altra sala giochi per l'intera famiglia e gli amici.
Share