Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Lo Spirito di Stella, una scuola di vela grazie al gioco del Lotto

  • Scritto da Redazione

L’associazione vicentina Lo Spirito di Stella invita amici e sostenitori a Gitando.All, manifestazione internazionale dedicata al turismo per tutti, in programma alla Fiera di Vicenza dal 3 al 6 aprile, dove presenta i Sailing Campus – Il Gioco del Lotto, scuola vela itinerante per persone abili e disabili insieme, che anche quest’anno beneficia dell’appoggio de Il Gioco del Lotto - Lottomatica.

Il calendario prevede 7 tappe: Umago (Croazia), dal 25 al 27 aprile, con le associazioni Easy Action e JK Histria; Marina di Carrara (MS), dal 12 al 15 giugno, con il Club Nautico Marina di Carrara; Duino (TS), dal 3 al 6 luglio, con l’Associazione Easy Action; Castelletto di Brenzone (VR), dal 24 al 27 luglio, con l’Associazione Eos; Lago di Caldonazzo (TN), dal 4 al 7 settembre, con la Cooperativa Arché; La Spezia, dall’11 al 14 settembre, con l’Associazione La Nave di Carta; Savona, dal 18 al 21 settembre, con la Lega Navale di Savona. Ogni tappa durerà 4 giorni e comprenderà lezioni teoriche e pratiche in acqua, tenute da istruttori professionisti.

 

QUATTRO ANNI DI STORIA - L’iniziativa, che ha preso vita 4 anni fa da un’idea di Andrea Stella, anno dopo anno sta crescendo e aumentando il numero di tappe. L’obiettivo del progetto, infatti, è proprio quello di espandersi il più possibile andando a rafforzare centri di vela già esistenti o creandone di nuovi, il tutto appoggiandosi a realtà già operative, portando strategie e idee nuove. Sono molte le richieste che arrivano in associazione, sia da parte di aspiranti partecipanti, sia da parte di possibili nuovi partner che chiedono di abbracciare l’iniziativa.

Oltre al supporto de Il Gioco del Lotto - Lottomatica, il progetto gode del sostegno della Lega Navale, della Marina Militare Italiana e della Federazione Italiana Vela. Con la FIV è in corso un’importante collaborazione: i Campus vengono utilizzati anche come corsi per “formare i formatori” FIV, per allenarli a formare anche le persone con disabilità.

Share