Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Agenzia delle Entrate: codici tributo per ricevitorie del Lotto

  • Scritto da Mc

L’Agenzie delle Entrate ha redatto una risoluzione per l’istituzione dei codici tributo per il versamento, tramite il modello F24 Accise, delle somme afferenti la gestione delle concessioni di ricevitorie del lotto.

 

Il decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 18 luglio 2003 consente la riscossione delle entrate tributarie ed extratributarie, incluse quelle a titolo di sanzione, di pertinenza dell’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (ora Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – Area Monopoli), con le modalità stabilite dall’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241. Per consentire il versamento, mediante il modello F24 Accise, delle somme afferenti la gestione delle concessioni di ricevitorie del lotto, si istituiscono i seguenti codici tributo:

‘5372’ denominato ‘Sanzioni amministrative e interessi per ritardati versamenti dei proventi del gioco del lotto - art. 33, c. 2, legge n. 724/1994’;

‘5373’ denominato ‘Sanzioni disciplinari e pecuniarie - art. 35, legge n. 1293/1957, e succ. modif.’;

‘5374’ denominato ‘Recuperi per scontrini annullati, o pagati, non allegati al rendiconto settimanale, vincite indebitamente pagate dal ricevitore - art. 34, d.PR n. 303/1990, e succ. modif.’;

‘5375’ denominato ‘Incameramento cauzione, a titolo di risarcimento per interruzione rapporto concessorio, conseguente la revoca della ricevitoria lotto, per ritardati versamenti dei proventi del gioco e del corrispettivo una tantum per i terminali del lotto o per rinuncia alla gestione - art. 34, legge n. 1293/1957, e succ. modif.’;

‘5376’ denominato ‘Incameramento cauzione, a titolo di proventi erariali diversi, per omessi versamenti dei proventi del gioco del lotto - art. 34, legge n. 1293/1957, e succ. modif.’;

‘5377’ denominato ‘Corrispettivo una tantum per terminali lotto - art. 12, c. 5, legge n. 528/1982’;

‘5378’ denominato ‘Diritti di scritturazione stipula contratti di attivazione ricevitorie lotto’.

In sede di compilazione del modello ‘F24 Accise’, i suddetti codici tributo sono esposti nella ‘Sezione Accise/Monopoli e altri versamenti non ammessi in compensazione’ in corrispondenza delle somme indicate nella colonna ‘importi a debito versati’, indicando: nel campo ‘ente’, la lettera ‘M’; nel campo ‘provincia’, la sigla della provincia ove ha sede la ricevitoria del lotto

tenuta al pagamento; nel campo ‘codice identificativo’, il Cmnr della rivendita/ricevitoria lotto tenuta al pagamento.

Per i codici tributo ‘5372’, ‘5373’ e ‘5374’ è indicato: nel campo ‘mese’, il mese in cui è emesso il provvedimento di richiesta del pagamento, nel formato ‘MM’; nel campo ‘anno di riferimento’, l’anno in cui è emesso il provvedimento di richiesta del pagamento, nel formato ‘AAAA’;

Esclusivamente per il codice tributo ‘5372’, in caso di versamento in forma rateale, il campo ‘rateazione’ è valorizzato con il numero della rata, nel formato ‘NNRR’, dove ‘NN’ rappresenta il numero della rata in pagamento e ‘RR’ indica il numero complessivo delle rate (ad esempio: 0108, nel caso di prima rata di 8 rate). In caso di pagamento in unica soluzione, il suddetto campo è valorizzato con ‘0101’. Per i codici tributo ‘5375’, ‘5376’ e ‘5377’ è indicato: nel campo ‘mese’, il mese in cui si effettua il pagamento, nel formato ‘MM’; nel campo ‘anno di riferimento’, l’anno in cui si effettua il pagamento, nel formato‘AAAA”.

Share