Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Ruba gratta e vinci al bar, Cassazione: 'Non è furto con destrezza'

  • Scritto da Fm

La Cassazione accoglie il ricorso di un ladro di gratta e vinci al bar contro l'aggravante della destrezza, la cassiera era impegnata alla macchina del caffè.

 

"L'aggravante della destrezza non può farsi coincidere con il mero approfittamento della distrazione della vittima, essendo necessario che la condotta dell'agente per abilità, astuzia e rapidità abbia comportato il superamento dell'ordinaria attenzione della vittima".


Ruota attorno a questo principio la sentenza con cui la Corte di Cassazione ha accolto il ricorso di un uomo colpevole di aver sottratto dei gratta e vinci in un bar, annullando la sentenza impugnata limitatamente alla ritenuta aggravante di cui all'art.625 n.4 cod. pen. per poi rinviare alla Corte d'Appello di Bologna.


"Nel caso di specie - evidenziano i giudici - non si giustifica la ravvisata esistenza, da parte dei giudici di merito, dell'aggravante in esame, avendo il tribunale rimarcato che l'imputato si fosse impossessato della refurtiva, esposta accanto alla cassa del bar, mentre l'addetta al bancone era impegnata presso la macchina del caffè, nascondendo all'interno di un giornale i biglietti 'gratta e vinci' che aveva sottratto. Tale condotta è caratterizzata, contrariamente a quanto affermato dal giudice di appello, dalla mera elusione
della vigilanza sulla cosa e dalla semplice temerarietà di cogliere un'opportunità favorevole in assenza di controlli. Deve dunque affermarsi, secondo l'orientamento interpretativo sposato dalle Sezioni Unite, che nel caso concreto non fosse configurabile l'aggravante della destrezza".

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.