Logo

La sentenza della Cassazione su sequestro preventivo beni

La Cassazione conferma il sequestro preventivo dei beni per un esponente della 'ndrangheta con "interessi" nel settore del gioco online.

La Cassazione ha rigettato il ricorso di un esponente della criminalità organizzata - con interessi nel settore del gioco online - contro l'ordinanza con cui il Tribunale di Catanzaro, in funzione di giudice del riesame ex art. 324 cod. proc. pen., ha confermato "il decreto di sequestro preventivo emesso dal Giudice per le indagini preliminari dello stesso Tribunale, indagato per intestazione fittizia di immobili e riciclaggio in relazione a somme riconducibili ai proventi ingiusti" poiché il valore dei suoi "impieghi risultava di gran lunga superiore a quello delle fonti di reddito".

Per leggere la sentenza clicca qui. (Il contenuto è visibile solo agli utenti registrati. Per scaricarlo è necessario registrarsi al sito, è semplice e gratuito, per farlo puoi cliccare qui. O, in alternativa, si può accedere direttamente attraverso il proprio profilo Linkedin, Facebook, Twitter o Google). 

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.