Logo

Le ordinanze del Tar Emilia su delocalizzazione sala e mappatura luoghi sensibili

Il Tar rinvia al merito ricorso su inserimento di parchi e giardini fra i 'luoghi sensibili' per le attività di gioco e ne boccia uno su proroga di 6 mesi a delocalizzazione di una sala.

Doppia pronuncia del Tar Emilia Romagna in materia di attuazione della legge regionale sul gioco.

Nel primo caso, ha accolto con un'ordinanza l’istanza cautelare presentata da una società contro l’Unione della Romagna Faentina per il provvedimento con cui è stato determinato il divieto di prosecuzione dell’attività di sala scommesse e per il regolamento in cui ha previsto l’inserimento di “parchi e giardini” nella mappatura dei luoghi sensibili.

Nel secondo ha respinto l’istanza cautelare presentata da una società contro il Comune di Riccione per l'annullamento, previa sospensione dell'efficacia, del provvedimento di diniego alla proroga di 6 mesi per la delocalizzazione di una sala giochi.

Per leggere le ordinanze clicca qui. (Il contenuto è visibile solo agli utenti registrati. Per scaricarlo è necessario registrarsi al sito, è semplice e gratuito, per farlo puoi cliccare qui. O, in alternativa, si può accedere direttamente attraverso il proprio profilo Linkedin, Facebook, Twitter o Google). 

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.