Logo

Corte Costituzionale: attesa sentenza su ricorso legge Puglia

Sentenza tra circa un mese per il ricorso promosso da alcune società di gioco contro la legge regionale della Puglia. Al centro l'effetto espulsivo del gioco legale.

Si è parlato di gioco e della legge regionale pugliese in Corte Costituzionale, con l'udienza di questa mattina, 22 marzo, in cui le società Gilupi e Chiriatti hanno chiesto l'incostituzionalità del regolamento sulle sale giochi. “Per la sentenza ci vorrà almeno un mese – dichiara a Gioconews.it l'avvocato della società Gilupi, Francesco Saverio Marini – e siamo fiduciosi nell'accoglimento delle nostre richieste".

La Regione Puglia, invece, non si è costituita. "Il regolamento pugliese è incostituzionale, soprattutto per l'effetto espulsivo per il gioco legale. Le distanze dai luoghi sensibili (500 metri) e il numero degli stessi luoghi è tale che in tutta la regione Puglia non si può aprire nessun nuovo punto di gioco. Abbiamo dimostrato in udienza che nel capoluogo di Bari il 96 percento del territorio è coperto da luoghi sensibili”, conclude il legale.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.