Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Codacons su Gap: 'In arrivo denunce contro amministrazioni locali'

  • Scritto da Redazione

Il Codacons commenta la ricerca del Cnr Pisa: "Dipendenti da gioco quadruplicati, colpa di sindaci e Questure che autorizzano aperture selvagge di sale".

Sul gioco "troppo poco è stato fatto dalle istituzioni per tutelare i cittadini". Lo afferma il Codacons, commentando i dati emersi da uno studio condotto dal Cnr di Pisa.

"La ricerca rivela che il gioco sarebbe calato tra i giovani, ma al tempo stesso registra una quadruplicazione dei malati da gioco d’azzardo nel nostro paese, il cui numero aumenta dai 100.000 stimati nel 2007 (0,6 percento) ai 400.000 nel 2017 (2,4 percento)", spiega il presidente Carlo Rienzi "considerato che il numero di italiani che hanno giocato d'azzardo almeno una volta è in costante crescita e passa dai 10 milioni del 2014 ai 17 milioni del 2017".

Secondo l'associazione "la colpa dell'esplosione del gioco d’azzardo e della ludopatia in Italia è da attribuire a sindaci e questure che autorizzano in modo indiscriminato le aperture di sale slot sul territorio, luoghi pericolosissimi che spuntano in modo selvaggio e invadono le periferie delle città attirando un numero sempre crescente di giocatori – prosegue Rienzi – in tal senso è in arrivo una raffica di denunce del Codacons alle Procure contro le amministrazioni locali, colpevoli di alimentare il gioco e la dipendenza omettendo di limitare le aperure di sale slot, e danneggiando così la salute dei cittadini”. 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.