Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Scommesse e slot fuorilegge, pioggia di sanzioni a Roma e a Crotone

  • Scritto da Redazione

La Polizia di Stato sanziona sale slot accese fuori orario a Roma e punti scommesse senza autorizzazione a Crotone.

Continuano su tutto il territorio nazionale, i controlli delle forze di polizia per verificare il rispetto delle normative vigenti in materia di gioco. Gli agenti hanno riscontrato violazioni a Roma e a Crotone, punite con la chiusura dell'esercizio o con multe di migliaia di euro.

SALA SLOT CHIUSA A ROMA - Sospensione per cinque giorni della licenza, con conseguente chiusura dell’area riservata al gioco, per una sala slot di via Tiburtina, a Roma. Lo ha stabilito in un decreto il questore di Roma Guido Marino, notificato dagli agenti del Commissariato Sant'Ippolito. Il provvedimento è conseguente ad una serie di controlli, effettuati nei mesi di luglio ed agosto, dai quali è emersa una ripetuta violazione delle fasce orarie, stabilite nell’ordinanza del sindaco Virgina Raggi del giugno scorso, nelle quali è consentito l’utilizzo delle apparecchiature del gioco d’azzardo lecito.

 

FOCUS 'NDRANGHETA A CROTONE - Nell’ambito di mirati controlli relativi al piano d’azione nazionale e transnazionale “Focus ‘ndrangheta”, disposti dalla Questura di Crotone e finalizzati al controllo delle attività commerciali della città calabrese, la Polizia Amministrativa e il Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza hanno accertato diverse violazioni amministrative commesse da un punto scommesse e da un circolo privato - internet point con apparecchi per il gioco. In particolare, la raccolta scommesse risultava esercitata “a mezzo di preposto non autorizzato”, per una sanzione pari a 1,032 euro in misura ridotta, mentre nel secondo caso gli agenti hanno sequestrato due postazioni internet, complete di case, display lcd, tastiera e mouse, che “consentivano ai soci di giocare sulle piattaforme di gioco messe a disposizione dai concessionari online, da soggetti autorizzati all’esercizio dei giochi a distanza, ovvero da soggetti privi di qualsiasi titolo autorizzatorio rilasciato dalle competenti autorità”. In questa caso la multa ammonta a 6.666,66 euro.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.