Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Enada, Crisantemi: 'Riordino giochi, industria trovi posizione unica'

  • Scritto da Redazione

Al convegno organizzato da Gioconews.it a Enada Primavera, Alessio Crisantemi invita l'industria del gioco a trovare posizione unica sul riordino.

Rimini - “A sentire parlare di riordino, oggi, viene quasi da ridere se la situazione dell’industria non fosse così grave: questo perchè, andando a scorrere nelle cronache, si può facilmente risalire addirittura al 2009 quando si parlava già di riordino del comparto e della necessità di un Testo unico sul mercato dei giochi”.

Lo sottolinea Alessio Crisantemi, direttore di Gioconews.it, al convegno “Riordino e territorio: in gioco c'è il futuro” organizzato dalla testata all'Enada Primavera di Rimini oggi, 14 marzo.

 

“Poi è arrivato il Dl Balduzzi dal 2012 che annunciava entro il successivo aprile del 2013 la riorganizzazione degli apparecchi di intrattenimento non avvenne mai. Poi la delega alla legge di bilancio del 2014 sembrava riprendere queste indicazioni ma non siamo riusciti anche in quel caso. Se ne è riparlato, poi, nel 2016 con la Legge di Stabilità e nel 2017 con la palla che era passata alla Conferenza unificata, fino ad arrivare al decreto Dignità di luglio 2018 in cui il Governo, nell'intervenire con la mannaia sul settore, aggiungeva la beneaugurante postilla con cui annunciava che entro sei mesi si sarebbe dovuto riorganizzare il settore. Ma anche questa tempistica è stata non rispettata”, prosegue Crisantemi.
 
“Quindi il riordino continua a mancare ma almeno, noi, facciamoci trovare pronti come industria. L’idea è quella di trovare una posizione unica nel settore e cerchiamo di capire come si possa arrivare a questo”.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.