Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Camera dei deputati, il teatro promuove la 'cultura' del gioco sano

  • Scritto da Redazione

Il 15 aprile alla Camera dei deputati la presentazione del corto teatrale 'Qualcosa di più che una semplice passione' (Discesa agli inferi del gioco d’azzardo).

 

Favorire la “cultura” del gioco” per svilupparne gli aspetti ludici e creativi. È l'obiettivo che si pone il corto teatrale “Qualcosa di più che una semplice passione” (Discesa agli inferi del gioco d’azzardo), che verrà presentato il 15 aprile alla Camera dei deputati su iniziativa dell’associazione Aura – Centro studi e ricerca dei linguaggi d’arte, con il patrocinio morale della Fondazione Fabrizio De Andre’ onlus.

Il corto, adattamento drammaturgico del saggio autobiografico “Ludopatia – la debolezza della volontà” di Andrea Costantino, attraverso un monologo e una narrazione dialogica, affronta il tema delle distorsioni cognitive dei giocatori d’azzardo ed è alla base di un progetto più ampio di informazione e prevenzione, rivolto principalmente agli studenti delle scuole superiori di secondo grado.


Il libro, che ha ottenuto la segnalazione di merito nel premio diaristico internazionale Filippo Maria Tripolone (anno 2015) e il marchio di qualità nella Rassegna della Microeditoria di Chiari (anno 2015), è stato presentato in oltre trenta città italiane ed è stato inserito nel progetto “Percorso di cittadinanza attiva” promosso dal Consiglio Regionale della Basilicata nelle scuole secondarie di primo e secondo grado delle Province di Potenza e Matera.
 

Il corto affronta il tema dell’azzardo attraverso un’interpretazione intensa e profonda, in grado di generare “brainstorming” collettivi sul significato e valore del gioco. L’adattamento teatrale è di Rosanna Filomena, teorica dello spettacolo, drammaturga e regista teatrale, con le musiche di Vincenzo Guida, direttore d’orchestra.
 

A relazionare dopo la presentazione del corto saranno Angela Iacovino, dottoressa in giurisprudenza, associazione Aura; Giusi Giovinazzo, filosofa e giornalista; Claudio Dalpiaz, psicologo, psicoterapeuta, presidente Psy+ onlus, responsabile area sud progetto Orthos; Arnaldo Lomuti, senatore, membro della commissione Giustizia.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.