Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Regione Marche rinnova campagna informativa su dipendenze, focus sul gioco

  • Scritto da Redazione

C'è anche il gioco fra le dipendenze oggetto della nuova campagna informativa della Regione Marche per gli anni 2020 e 2021, in via di affidamento con una gara.

Si parla anche di gioco – insieme a droghe, alcool, tabacco – nella nuova campagna informativa sulle dipendenze patologiche lanciata dalla Regione Marche per gli anni 2020 e 2021, che sarà affidata con una gara e una dotazione finanziaria di 70 mila euro.

Lo scopo è continuare a garantire un’adeguata conoscenza sul territorio del servizio di Numero verde 800 01 2277, attivo ormai da diverso tempo, considerati i buoni risultati ottenuti negli anni precedenti.

La diffusione e conoscenza del numero stesso diventano quindi necessarie al fine di garantire accessibilità ed un’informazione capillare, costante e puntuale sul servizio offerto.

 

Nel 2018 la campagna informativa era stata orientata in gran parte verso il sistema digitale e le testate giornalistiche online, la nuova sarà multimediale e riguarderà tutti i mezzi di informazione, stampa, web ma anche manifesti, cartelloni, adesivi etc.
 
Nel 2015, la Regione Marche, aveva promosso la campagna informativa “Chi (si) ama chiama” che, attraverso manifesti, locandine, segnalibro e altre attività, informava sulla possibilità di rivolgersi al Numero verde.
 
Il Numero verde regionale di counseling sulle dipendenze patologiche è un servizio gestito da Asur Marche con competenze e professionalità per rispondere alle richieste sia di coloro che si rivolgono al servizio in prima persona sia per i familiari che chiedono informazioni e aiuto per i propri cari.
 
La sua funzione è quella di offrire la possibilità di una prima forma di contatto tra coloro che si trovano in situazioni problematiche, difficili o di disagio, legate all’uso di droghe legali (alcol, tabacco) e illegali o a comportamenti compulsivi (gioco patologico, dipendenze digitali,) e i servizi attivi sul territorio, offrendo ascolto, indicazioni ed informazioni.
 
Share