Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Allara (Snaitech): ‘Divieto pubblicità compromette gioco legale’

  • Scritto da Ac

Alessandro Allara, Digital director di Snaitech, interviene all'European Gaming Congress sul rapporto tra leggi nazionali, regionali e gioco legale.

Milano - “La combinazione del divieto di pubblicità del gioco con le varie restrizioni applicate al mercato come per esempio quelle ad opera delle Regioni e dei Comuni, stanno compromettendo l’attività degli operatori del gioco legaleBisogna infatti pensare che sul territorio italiano, specialmente in determinate zone del Paese, esiste ancora un’offerta illegale con centri di scommesse che operano sul territorio senza concessione. Queste attività diventano oggi indistinguibili all’utente visto che un operatore legale oggi non può più promuovere la propria attività, proprio come se fosse illegale. Inoltre, le leggi regionali stanno facendo chiudere o spostare alcune sale da gioco e questo apre nuovi spazi al gioco illegale”.

 
A descrivere lo scenario, piuttosto compromesso, in cui si trovano a operare gli operatori del gioco in Italia è Alessandro Allara, Digital director di Snaitech, intervenendo alla Tavola rotonda dedicata al mercato italiano del gaming organizzata all’interno dell’European Gaming Congress, in partnership con GiocoNews.it e in corso di svolgimento a Milano oggi, 8 novembre.

 

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.