Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gioco illegale, pioggia di sanzioni fra Toscana, Messina e Torino

  • Scritto da Redazione

I controlli di polizia e Monopoli scoprono minori in sala e scommesse illegali in Toscana, un'associazione trasformata in sala giochi a Messina e slot fuorilegge a Torino.

 

Non si fermano sul territorio nazionale i controlli alle attività di gioco per verificare il rispetto delle normative vigenti.

In primis in Toscana, dove si è tenuta un'operazione congiunta dei funzionari dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli e degli agenti di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Municipale, che ha messo sotto la lente 49 esercizi.

Così, stando a quanto riporta una nota di Adm, "in una sala scommesse della provincia di Massa, è stato sequestrato (amministrativamente) un computer che permetteva l’accesso libero. Inoltre, presso altri quattro esercizi (un negozio giochi e un corner a Firenze, un’agenzia scommesse ad Arezzo e una sala Vlt a Pisa) è stata rilevata la presenza di minori".

 

CIRCOLO NASCONDE SALA GIOCO – In Sicilia, in quel di Messina, i poliziotti della Squadra di Polizia amministrativa, a seguito di alcuni accertamenti effettuati dai colleghi delle volanti, hanno ispezionato un’associazione privata.
"Dagli accertamenti esperiti – secondo quanto si legge in una nota della Polizia - è emerso che quella che appariva essere un’associazione, era in realtà una sala gioco. Dalla documentazione esibita dallo pseudo presidente è risultato che le persone presenti nel locale erano iscritte nel registro soci ma non possedevano le tessere di iscrizione. Nella circostanza veniva, inoltre, esibito un registro dei verbali del consiglio di amministrazione vuoto. In un altro esercizio pubblico, autorizzato all’istallazione di apparecchi da gioco elettronici con vincita in denaro, è stato altresì accertato il loro utilizzo in orari non consentiti. L’ammontare delle sanzioni è stato pari a 3.600 euro".
 
 
QUATTRO SLOT SEQUESTRATE A TORINO – Gioco sotto esame anche a Torino, dove la Polizia municipale in un bar del quartiere Borgo Vittoria ha rivenuto quattro slot che non rispettavano i limiti imposti dalla normativa regionale che prevede il divieto di installazione di apparecchi per il gioco lecito a una distanza inferiore a 500 metri da luoghi sensibili quali, in questo caso, una scuola e una chiesa. Il gestore del locale è stato sanzionato per un totale di 8mila euro (2mila per ognuna delle slot installate) e gli apparecchi sono stati posti sotto sequestro amministrativo e sottratti alla materiale disponibilità degli avventori.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.