Logo

Gioco illegale, sequestrate due sale 'mascherate' da circoli ricreativi

Si giocava online a roulette, baccarat, poker nelle due sale da gioco illegali scoperte dalla Finanza all'interno di circoli ricreativi, gestori arrestati e sequestrati 48mila euro di incassi.

Due sale da gioco clandestine, figuranti come circoli ricreativi ma in realtà operative a tutti gli effetti, non collegate telematicamente con il sistema nazionale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli: le hanno scoperte e messe sotto sequestro preventivo i militari del Comando provinciale della Guardia di finanza di Firenze in esecuzione di un’ordinanza con cui il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Firenze - su richiesta del Sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Firenze.

 

Nel corso delle operazioni di perquisizione, si legge in una nota della Finanza, "è stata accertata la flagranza del reato di esercizio abusivo di attività di gioco o di scommessa. I due gestori sono stati tratti in arresto e sono state sequestrate 27 postazioni computer adibite al gioco nonché denaro contante per oltre 48mila euro".
 
All’interno dei locali individuati dai finanzieri erano state "allestite 25 postazioni di gioco realizzate attraverso computer collegati ad internet che, sfruttando una piattaforma online, consentivano a più persone contemporaneamente di giocare a roulette, baccarat, poker. L’accesso ai locali era monitorato da un avanzato sistema di videosorveglianza e due ulteriori postazioni erano state adibite a 'cassa'. Nel convalidare gli arresti, il Tribunale di Prato ha disposto nei confronti dei soggetti, in attesa di giudizio, la misura della custodia cautelare ai domiciliari e dell’obbligo di dimora", conclude la nota.
 
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.