Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Palermo: estorsioni a commercianti, sequestrato un centro scommesse

  • Scritto da Redazione

L'operazione Alastra dei Carabinieri di Palermo svela estorsioni ai commercianti del territorio e l'intestazione fittizia di attività, sequestrato un centro scommesse.

Ci sono anche un centro scommesse e una sanitaria, fra i beni - del valore complessivo di un milione di euro – sottoposti a sequestro dai carabinieri del Comando provinciale di Palermo nell'ambito dell'operazione "Alastra", che ha colpito i vertici del mandamento mafioso di San Mauro Castelverde (Pa), eseguendo un fermo di indiziato di delitto emesso dalla Direzione distrettuale antimafia per associazione mafiosa, estorsione, trasferimento fraudolento di beni, corruzione, atti persecutori, furto aggravato e danneggiamento nei confronti di 11 persone.

 

Secondo quanto rendono noto i Carabinieri, le indagini sono partite dalla segnalazione di imprenditori e commercianti del territorio e hanno documentato gli assetti e le dinamiche criminali del mandamento mafioso che, all'indomani dell'operazione "Black Cat" dell'aprile 2015, ha serrato le fila e ha continuato ad operare nella provincia di Palermo, con numerosissime estorsioni documentate dai militari dell'Arma, cosi' come l'organizzazione di una efficiente rete di comunicazione necessaria agli storici capi mafia detenuti per mantenere il comando degli associati liberi e continuare a strangolare imprese e società civile.
 
Registrata pure la capillare e asfissiante influenza dell'organizzazione mafiosa sul tessuto economico non soltanto attraverso l'imposizione del pizzo, ma anche attraverso la 'sensaleria' negli affari dei privati e per mezzo della gestione diretta di attività di impresa che, fittiziamente intestate a soggetti incensurati, erano nei fatti amministrate dagli indagati.
Come nel caso del centro scommesse poi messo sotto sequestro.
 
Share