Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Lega autonomie Lazio: gioco sotto la lente con Domenico Faggiani

  • Scritto da Redazione

Ali – Lega delle autonomie locali del Lazio nomina Domenico Faggiani (Anci e Osservatorio regionale sul Gap) nuovo responsabile per le problematiche del gioco pubblico e il contrasto alle ludopatie.

Ali – Lega delle autonomie locali del Lazio ha da oggi un responsabile per le problematiche del gioco pubblico e il contrasto alle ludopatie.

L’incarico è stato conferito a Domenico Faggiani, componente dell’Ufficio di presidenza di Ali Lazio, esperto del settore giochi e componente dell’Osservatorio regionale sul fenomeno del gioco d’azzardo.

“L’associazione di enti locali del Lazio, da anni impegnata nella sensibilizzazione ai fenomeni legati alla ludopatia e al gioco d’azzardo, ha ritenuto opportuno, quindi, delegare tali mansioni a un professionista di grande esperienza come Faggiani”, afferma il presidente di Ali Lazio, Bruno Manzi, commentando la scelta della presidenza di Ali Lazio - “certo che il suo contributo sarà determinante nel portare avanti il lavoro dell’associazione in tal senso e nell’interesse delle società amministrate”.

In una prossima riunione dell’Ufficio di presidenza Faggiani relazionerà sulla situazione nell’ambito della Regione Lazio, sulla legge regionale e sulle iniziative che potranno essere messe in campo sia a livello regionale che nazionale.
Ali - Autonomie Locali Italiane - è un’associazione alla quale aderiscono comuni, province e regioni, ma anche municipi, unioni di comuni, aziende sanitarie locali, comunità montane, università agrarie.

"Ringrazio l'Ufficio di presidenza e il presidente di Ali - Legautonomie del Lazio per la fiducia", controbatte Faggiani.
"Fermo restando il lavoro che stiamo portando avanti con i comuni, spero che attraverso Ali sia possibile un miglior raccordo tra tutti gli enti locali territoriali.
Ali infatti, come ricorda il comunicato della Presidenza, oltre ai comuni associa anche province, regioni, municipi, unioni di comuni, comunità montane, Asl...
Quindi un lavoro impegnativo, che però potrà portare risultati importanti".
 
Share