Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Canali (AdM): ‘Necessario rinvio gare e Testo unico del gioco pubblico’

  • Scritto da Ac

Alessandro Canali (vicedirettore Adm) chiede rinvio delle gare e definizione del Testo unico del gioco pubblico.

“Il comparto del gioco pubblico è forse il settore più ‘caldo’ per via degli impatti economici che questa crisi Covid sta avendo sull’economia perché è tra quelli che probabilmente più penalizzati dai provvedimenti di lockdown dovuti alla pandemia”, secondo Alessandro Canali, vice direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, intervenuto al dibattito promosso da Formiche “il gioco buono: un alleato contro l’illegalità”.

"Il problema di grande attualità è quello delle gare per il rinnovo delle concessioni e nei giorni scorsi abbiamo scritto alla Ragioneria dello Stato per segnalare che in mancanza di un quadro di riferimento concreto che ci permetta di stabilire gli obiettivi economici e finanziari, nonché in mancanza di una soluzione del problema della omogeneizzazione delle normative regionali è impossibile procedere con l’emanazione delle gare perché si farebbero gare che non starebbero in piedi né dal punto di vista economico né da quello legale. Per questo abbiamo chiesto un periodo di almeno 24 mesi come ente regolatore che serviranno per mettere in piedi un piano serio e pienamente sostenibile per i prossimi nove anni di durata delle concessioni, tenendo conto anche del vincolo di bilancio che era stato assegnato a queste gare. Si tratta di somme che non potranno più arrivare e di cui lo Stato dovrà tenere conto”.
Secondo il numero due di Adm, tuttavia, è opportuno e necessario arrivare quanto prima alla definizione di un Testo Unico del gioco pubblico che consenta di omogeneizzare e razionalizzare le norme che disciplinano e Governo il comparto.
 

 

Share