Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Sbc Digital Italia: un focus sul futuro del gioco pubblico

  • Scritto da Redazione GiocoNews.it

L'industria italiana del gioco compie un nuovo e ulteriore passo in avanti con un nuovo evento che guarda al futuro, di Sbc e Gioco News.

Se c'è una cosa che ci ha insegnato la pandemia - e che tutti abbiamo ormai ben compreso – è che nulla sarà più come prima. Neanche il modo di fare eventi, come fiere e congressi, è escluso. Anzi, a dire il vero, è proprio questo settore ad essere stato tra i più colpiti e compromessi dal coronavirus, subendo ormai circa un anno di stallo. Salvo essersi convertito, in qualche caso (o in qualche modo), in nuove forme digitali, che pur non sostituendo completamente gli eventi “live”, riescono comunque a rispondere alle esigenze commerciali e comunicative di tanti settori. Nel gaming, tuttavia, questo passaggio non era ancora stato compiuto. O, almeno, non sul mercato italiano: fino a qualche mese fa, quando a febbraio si è potuto assaggaire un primo esperimento di esposizione virtuale, grazie all'Sbc Digital Italy, andato in scena il 17 febbraio.

BUONA LA PRIMA - Un evento decisamente ben riuscito ma che ha voluto rappresentare una sorta di test sul campo (virtuale, s'intende) per poi passare a un livello successivo. Del resto, quando il gioco si fa duro, sono i veri campioni a dover scendere in campo. Ed è ciò che accade nel settore italiano del gaming, dove ha fatto il suo debutto il team di Sbc – Sports betting community: la società organizzatrice di eventi di gaming, leader in Europa e in forte espansione in tutto il mondo, che dopo essere accreditata sui principali mercati internazionali attraverso la creazioni di eventi professionali di alto livello, ha dato vita al primo appuntamento interamente dedicato all'Italia. L'evento italiano di febbraio, come detto, è stato un autentico successo, sia in termini di partecipazione che di riscontro da parte degli addetti ai lavori. Grazie a un nutrito parterre di relatori, un contenuto di attualità e interesse e una buona presenza di espositori.

Sì, perché oltre alla sessione di conferenze, il format di evento “pure digital” proposto da Sbc, offre anche una piazza espositiva virtuale dove le aziende possono proporre i loro prodotti, ricevere i visitatori e fare affari e networking, come in una fiera tradizionale, ma in modalità “a distanza”. Attraverso una serie di strumenti messi a disposizione dalla tecnologia. Organizzando sessioni di chat, incontri “one to one” in videoconferenza o riunioni, e così via.

IL NUOVO EVENTO DI LUGLIO - Un format, quello digitale proposto da Sbc anche per l'Italia, che aveva già conquistato gli addetti ai lavori dell'industria del gaming a livello globale, poiché testato in altri eventi precedenti promossi da Sbc a livello internazionale e che si è fatto ora conoscere – e apprezzare – anche nel nostro paese, dopo il debutto del nuovo evento di febbraio. Nella soddisfazione più generale degli organizzatori, come spiega a Gioco News Rasmus Sojmark, fondatore e amministratore delegato di Sbc, annunciando anche l'organizzazione di un secondo evento, ancora più grande, in partnership con Gioco News, in programma per il 28 e 29 luglio, dal titolo: “Sbc Digital Italia 2.0”. “Siamo molto soddisfatti di come è andato il nostro primo evento interamente dedicato al mercato italiano. Sappiamo che c'è un forte interesse sia per le sfide normative nel mercato italiano che per le opportunità offerte dai suoi settori in forte crescita delle scommesse online e dei casinò, ma siamo rimasti comunque sorpresi di superare il nostro obiettivo per il numero di delegati. La conferenza e l'esposizione online sono state accolte molto bene da delegati, sponsor e relatori. Il feedback includeva anche alcune ottime idee per funzionalità e contenuti aggiuntivi, molti dei quali li attueremo durante il più grande evento Sbc Digital Italia a luglio”.

rasmus678

Che ruolo svolge il mercato italiano del gioco se visto dall'estero?

L'Italia è estremamente importante per l'industria globale delle scommesse e del gioco e non solo perché il suo status di secondo mercato regolamentato in Europa la rende un obiettivo chiave sia per gli operatori multinazionali che per i fornitori internazionali. È anche un parametro per alcune delle questioni chiave che l'industria deve affrontare nei mercati più consolidati. Primo fra tutti è come navigare in un contesto normativo complesso. L'esperienza degli operatori italiani nel riuscire all'interno del regime normativo nazionale e la creatività che hanno dimostrato nel promuovere le loro attività nel rispetto delle attuali restrizioni pubblicitarie sono ottimi esempi per le aziende che si trovano ad affrontare la prospettiva di modifiche alle normative nei propri mercati. Un'altra cosa che l'industria internazionale osserverà è il modo in cui le loro controparti italiane gestiscono la transizione da terrestre a online. Il 2020 ha visto una crescita significativa nel segmento online e sarà interessante vedere come questo avrà un impatto sui punti vendita di scommesse retail e sulle sale slot in Italia quando riapriranno”.

Cosa vi aspettate ora dall'evento di luglio?

“La combinazione dell'esperienza di Sbc nell'industria delle scommesse e del gioco online e della conoscenza approfondita del mercato locale da parte del team di Gioco News ci consentirà di mettere insieme un'agenda completa per Sbc Digital Italia che comprende l'intero spettro dell'industria italiana, insieme a una serie di relatori di alta qualità. Le valutazioni del quadro normativo in evoluzione e le ricadute del cambiamento di governo saranno uno dei temi centrali del contenuto. Oltre a dirigenti senior di operatori e ad avvocati dell'industria del gioco, abbiamo in programma di coinvolgere rappresentanti del regolatore e del governo per fornire una visione d'insieme delle questioni. L'agenda affronterà la strada verso la ripresa per il settore terrestre devastato dalla pandemia, esaminerà le sfide legate alla creazione di un modello omnicanale di successo ed esplorerà le opportunità nei segmenti delle scommesse sportive online e dell'igaming in rapida crescita. Un altro aspetto chiave della conferenza è che sarà caratterizzata da un mix di sessioni in italiano e inglese, al fine di soddisfare sia le persone che lavorano nell'industria nazionale sia un pubblico internazionale interessato alle opportunità in Italia. Avremo un pubblico di 1.250 delegati dell'industria presenti, tra cui più di 500 dirigenti senior e decisionisti di operatori attivi nel mercato italiano. Ci saranno molte possibilità per i partecipanti di entrare in contatto e parlare con le aziende durante il programma di tavole rotonde di networking e nell'area di visualizzazione interattiva dei prodotti, che presenterà le ultime innovazioni dei principali fornitori”.

IL FUTURO DEL GIOCO IN ITALIA -Il futuro del gaming in Italia” è il sottotitolo che accompagna l'evento di luglio, ancora una volta in versione puramente digitale, ma solo per quest'anno. Con l'obiettivo di ripetersi nel tempo, diventando un appuntamento fisso e annuale. In occasione della due giorni di Sbc, dopo aver analizzato nel procedente appuntamento lo stato di crisi e la resilienza del settore, è adesso il momento di guardare avanti, anche oltre le riaperture, che in quel momento saranno già avvenute. A quel punto la vera partita – per il gioco pubblico come per qualunque altro settore dell'economia - si giocherà con il Recovery Fund che promette oltre 200 miliardi all'Italia, da spendere soprattutto in tecnologia. E questo potrebbe essere un bene anche per il settore. Ma prima, però, c'è da rimetterlo in sesto. Possibilmente, anche attraverso quell'atteso riordino di cui non si ha più notizia.

Una serie di argomenti che verranno ora esplorati in maniera più completa e approfondita, anche in seguito agli sviluppi dei prossimi mesi sia a livello politico che settoriale, con il nuovo evento di Sbc e GiocoNews.it, che oltre a un profilo strettamente orientato al business guarderà da vicino alla regolamentazione del settore, coinvolgendo rappresentanti di politica e istituzioni. Con l'estate che sarà stavolta il momento giusto in cui il gaming italiano potrà effettuare un ulteriore balzo in avanti, guardando al futuro, anche nel modo di fare eventi e di affrontare le tematiche di interesse per il settore.

(Un speciale di approfondimento sul nuovo evento di luglio è stato dedicato nella rivista Gioco News di marzo 2021, sfogliabile anche online, a questo indirizzo)

Share